BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia e anzianità Letta: modifiche possibili in secondo voto fiducia Legge Stabilità

Ancora in ballo novità pensioni in Legge Stabilità? Nuove speranze alla Camera



Nessuna soluzione concreta da parte del governo sulle pensioni: nonostante la fiducia, la nuova Legge di stabilità non apportato alcun intervento auspicato e le speranze di nuove modifiche sono ora tutte riposte nell’ultimo passaggio della Manovra alla Camera.

Ma anche in questa sede sarà molto difficile che qualcosa cambi, perché il problema principale da risolvere perché effettivamente venga introdotta qualche novità, per esempio a favore di precoci, esodati, usuranti o donne, cioè il problema delle coperture economiche, resta, e non saranno certo due giorni di scarto fra Senato e Camera a cambiare la situazione.

Non è stata approvata la proposta di sostituire la cassa integrazione in deroga andando in pensione a 62 anni, in anticipo rispetto all’attuale soglia dei 66 anni e pare sia stata bloccata anche la possibilità per i militari dell'esercito di congedarsi a 50 anni, cioè 10 anni prima della soglia attualmente prevista per l’uscita dal lavoro, con l'85% dello stipendio e con il diritto alla pensione piena. Intanto, torna l’adeguamento al costo della vita per le pensioni superiori a 1.486 euro lordi al mese (3 volte il minimo), ma in forma limitata e comunque non oltre i 2.972 euro lordi; e torna anche il contributo di solidarietà sulle cosiddette pensioni d’oro che solo lo scorso giugno la Corte costituzionale aveva cancellato, e che questa volta sarà del 6-12% sugli importi superiori a 6.936 euro lordi al mese (90.168 euro all’anno)

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il