BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Statali: stipendi, contratto. licenziamenti, turn-over. Misure ufficiali Legge Stabilità approvate

Misure pubblico impiego in nuova Legge di Stabilità: interventi approvati



Diverse le misure approvate con la fiducia incassata dal Senato sulla nuova Legge di Stabilità, dall’arrivo della Iuc, imposta unica comunale, nuovo tributo sulla casa che sostituisce la Trise e comprende Imu, Tasi e Tari, al reddito minimo garantito per il contrasto alla povertà e le cui risorse arriveranno dalle pensioni d'oro (a partire da 90.000 euro), ma nessuna misura sulle spiagge.

Novità previste anche per quanto riguarda il pubblico impiego: la nuova Legge di Stabilità ha, infatti, confermato il blocco della contrattazione fino a tutto il 2014 con estensione alle amministrazioni dell'elenco Istat, quindi anche a diverse società in house ed enti, e lo stop al turn over, che prevederà assunzioni al 40% dei ritiri per l'anno 2015, al 60% per l'anno 2016, all' 80% per l'anno 2017. 

Sul cuneo fiscale, secondo il testo approvato in commissione, ci sarà una detrazione massima di 225 euro per i redditi tra i 15mila e i 18mila euro, e benefici a degradare fino ai 32mila euro di reddito, e non 55mila come inizialmente previsto dal governo.

Lo sconto verrà effettuato mensilmente e non con un 'bonus' una volta l'anno. Il taglio al cuneo fiscale riguarderà i redditi inferiori ai 35mila euro lordi, e ciò significa che chi rientra nella fascia tra i 15mila e i 18mila euro potrà avere uno sgravio medio di 225 euro annui.

Secondo una simulazione dell'Ufficio studi Cna- Politiche fiscali, se chi guadagna fino a 15mila euro annui con la proposta governativa originale poteva contare su una detrazione di 1.338 euro, ora con la correzione della curva approvata l'effetto sale fino 1.570 euro. Si tratta, dunque, di 232 euro annui in più che finiscono direttamente sulla busta paga del lavoratore.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il