BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Reddito minimo garantito: come funziona. Per chi e quando. Ufficiale e approvato in Legge Stabilità

Ok al nuovo reddito minimo: condizione per averlo



E’ una delle misure contenute nella Legge di Stabilità che ha incassato la fiducia dal governo: è il reddito minimo garantito per il contrasto alla povertà e le cui risorse arriveranno dalle pensioni d'oro, a partire da 90.000 euro. Il reddito minimo garantito è una forma di sostegno al reddito, presente in tutti i Paesi europei tranne che in Italia e in Grecia, destinata a tutti i residenti in età lavorativa che si trovano sotto la soglia di povertà.

La forma sperimentale introdotta nel maxiemendamento si chiama Sia, Sostegno per l'inclusione attiva, ed è stata pensata per integrare il reddito di tutte le famiglie che vivono sotto la soglia di povertà assoluta, in cambio di un patto di inserimento con i beneficiari. Il suo costo a pieno regime si aggirerebbe, secondo le stime, intorno ai sette miliardi di euro. Questa cifra dovrebbe permettere a tutte le famiglie di uscire dalla soglia di povertà assoluta.

E saranno le risorse derivanti dal prelievo sulle pensioni d'oro a finanziare la sperimentazione sia della carta acquisti e, come ha spiegato il viceministro dell'Economia, Stefano Fassina, sia del reddito minimo d'inserimento in alcune grandi aree metropolitane.

Il reddito minimo, Sia, che le persone in stato di povertà assoluta si impegnino a osservare determinate condizioni: si riceverà, infatti, solo a condizione che ci si attivi seriamente per cercare lavoro, che si faccia frequentare ai propri figli la scuola e che li si porti regolarmente alle visite di controllo medico.

Il reddito minimo, come precisato, non è una forma di reddito di cittadinanza ma un patto tra cittadini in difficoltà economica e lo Stato, erogato a condizione che l’eventuale beneficiario si impegni a obiettivi concreti di inclusione sociale e lavorativa e potrà essere rivolto a tutti i cittadini, inclusi gli immigrati legalmente residenti o quelli stabilmente residenti secondo le direttive comunitarie, che si trovano ad affrontare un periodo di crisi economica.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il