BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa Speciali (PAS): nuove informazioni su inizio corsi e costi. Si potranno anche detrarre

Costi nuovi Tfa Speciali e novità: procede l’organizzazione dei prossimi corsi



Le Università hanno confermato che i corsi per i nuovi Tfa Speciali prenderanno il via dal prossimo gennaio 2014 e Corrieredell’UniversitàJob, ha anticipato che per accedervi bisognerà pagare 1.500 euro entro Natale. Si tratterebbe di un prezzo ‘sociale’, rispetto alla tassa richiesta nei bandi per l’accesso al corso di specializzazione per il sostegno, che arriva anche a 3.700 euro.

Se tale cifra fosse davvero confermata, significherebbe che la Crui potrebbe aver dato seguito al richiamo del Ministero diramato nella nota del 30 ottobre 2013, per cui ‘Nell’ottica di garantire omogeneità di comportamento e maggiore sinergia tra le parti interessate nell’attivazione dei PAS, si auspica che la CRUI voglia assumere un ruolo di coordinamento tra il Ministero (Istruzione e Università), gli Uffici Scolastici Regionali e le Università, anche nella definizione di un valore di sistema per il contributo di iscrizione a tali corsi.” Sembra, inoltre, che le spese che si sosterranno per seguire i nuovi corsi pas potranno essere detraibili.

La stessa Università di Bergamo ha reso noto che sarà possibile la detrazione delle spese sostenute per la frequenza a corsi di istruzione universitaria. In particolare per i corsi di laurea e di laurea magistrale, per i corsi di specializzazione per laureati, per i corsi di dottorato di ricerca, per i master universitari, per i corsi per la formazione iniziale degli insegnanti inclusi TFA, per i corsi di specializzazione per il sostegno didattico agli alunni con disabilità, PAS, per le spese per la partecipazione alle prove di accesso ai corsi universitari a numero chiuso, con test di verifica della preparazione.

Il Miur ha avviato, inoltre, ad una funzione per la rilevazione dei servizi utili per lo scaglionamento in più anni nelle classi di concorso con molti candidati. Si tratta di una funzione che consentirà di rilevare il punteggio relativo ai servizi già dichiarati ai fini dell'inserimento nelle graduatorie di istituto di terza fascia, comprensivo dei periodi prestati fino all'a.s. 2010/2011.

E continua il lavoro delle regioni per la pubblicazione dell’elenco dei nominativi degli ammessi ai prossimi corsi dei nuovi Tfa Speciali. Dopo le Marche, che sono state la prima regione a pubblicare l’elenco con i nominativi, ora aggiornato, anche Calabria, Umbria, Emilia Romagna, Puglia, Lombardia, Toscana, Lazio, Sicilia, Campania sono a lavoro e in Lombardia tutte le università hanno dichiarato la propria disponibilità all’organizzazione dei corsi previsti per la scuola secondaria, dopo la pubblicazione in via provvisoria degli elenchi dei candidati ammessi e di quelli esclusi alla partecipazione ai Percorsi speciali abilitanti per la regione relativi alle classi di concorso A013, A019, A20, A029, A036, A038, A039, A042, A047, A049, A051, A060.

I candidati esclusi sono contrassegnati con una X nella colonna corrispondente alla relativa motivazione di esclusione. Il Friuli Venezia Giulia ha comunicato a coloro che hanno presentato domanda per partecipare ai Percorsi Speciali Abilitanti che sono in corso le operazioni di verifica individuale dei requisiti da parte degli uffici della Direzione Generale e degli Ambiti Territoriali Provinciali; e in Sicilia le procedure di accertamento dei requisiti per i candidati al PAS (Percorso speciale abilitante) riguardano 5249 aspiranti e non si concluderanno, secondo le prime notizie, prima della metà di dicembre.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il