BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sciopero Forconi 9 Dicembre Nazionale, ma autotrasportatori ritirano adesione. Almeno alcuni

Nuovo sciopero Forconi lunedì prossimo: Italia bloccata. Revocato lo stop degli autotrasportatori



E’ in programma per lunedì 9 dicembre una nuova manifestazione di protesta indetta dal Movimento dei Forconi, sciopero che bloccherà l'Italia: agricoltori, commercianti e altri settori si uniranno per esprimere il malcontento generale per un mondo della politica sempre più lontano dalle esigenze dei cittadini, per un regime fiscale sempre più penalizzante ed un welfare inesistente, per la precarietà radicata nel mondo del lavoro.

Il manifesto recita: ‘L'Italia che produce di qualsiasi settore, l'Italia dei disoccupati, dei precari, dei giovani, degli studenti, dei padri, delle madri, dei figli e di chiunque voglia dire basta... Questa Italia si ribella e scende nelle strade e nelle piazze. I forconi e i cittadini che aderiranno protesteranno contro l'attuale modello di Europa, per la sovranità popolare e monetaria, per la costituzione e contro il Governo dei nominati’. Il manifesto si conclude con lo slogan ‘Ribellarsi è un dovere’.

A differenza di quanto avvenuto lo scorso 2012, questa volta la protesta non riguarderà solo la Sicilia ma coinvolgerà tutto il Paese, e andrà avanti fino al 13 dicembre. Gli organizzatori della protesta hanno dichiarato di voler fermare il Paese con blocchi stradali e autostradali e anche su Facebook sono nati una serie di eventi e di gruppi relativi a varie città italiane, dove volendo si possono reperire informazioni specifiche. In questo contesto, è stato comunque revocato lo  sciopero degli autotrasportatori proclamato per la settimana 9-13 dicembre.

Ad annunciarlo l’Unatras, l'Unione nazionale delle associazioni dell'autotrasporto merci, a seguito di un incontro dall'esito positivo con il ministero dei trasporti. Le associazioni di categoria hanno infatti incontrato giovedì 28 novembre il ministro Maurizio Lupi e il sottosegretario di stato, l'onorevole Rocco Ghirlanda, incontro che ha soddisfatto le principali richieste presentate al governo.

Il ministro ha, infatti, confermato il pieno ripristino delle agevolazioni sulle accise per il gasolio, una delle questioni più calde per la categoria, ed ha assunto, a nome dell'esecutivo, precisi impegni per contrastare ed arginare il fenomeno del cabotaggio abusivo perpetrato dai vettori esteri.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il