BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu: seconda casa, capannoni, aziende, uffici. Scadenza seconda rata. Novità e problemi

Caos Imu fra calcoli e tempi. La situazione e nuova mini stangata a gennaio



Mentre il pagamento della rata Imu per le prime abitazioni è stato definitivamente cancellato, anche se le risorse per andare a coprire il mancato gettito proveniente dal pagamento della tassa sugli immobili peserà comunque sui cittadini italiani e ancora non si capisce da dove verranno reperite le misure necessarie, è nuovo caos per il pagamento della tassa sulle seconde abitazioni.

Sono stati, infatti, modificati i termini entro i quali i Comuni possono pubblicare online aliquote e detrazioni da utilizzare per i versamenti della seconda rata Imu, in scadenza al 16 dicembre, dilatandoli fino al 9 dicembre. Il problema è che con questa nuova scadenza i cittadini hanno solo una settimana per sapere con esattezza se e quanto pagare e non va meglio a Caf, commercialisti e  professionisti in generale, che dovranno occuparsi del pagamento, considerando che avranno pochissimo tempo per trovare sui siti di ciascun Comune le delibere, visionare i regolamenti, le aliquote e le detrazioni fissate, effettuare i relativi conteggi e predisporre i modelli di pagamento.

Questo tempo ridotto sta creando decisamente panico. Ed “È piuttosto lampante, hanno spiegato Nicola Gaiero, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili della Provincia di Cuneo, e Lorenzo Tropini Bassino, presidente dell’Unione dei giovani dottori commercialisti ed esperti contabili di Cuneo, che si tratta di un tempo ristrettissimo, che si traduce in un elevato rischio di incorrere in errori e dunque in versamenti non corretti, che a loro volta produrrebbero sanzioni a carico dei contribuenti per colpe oggettivamente non proprie”.

Per questo è stata chiesta una proroga per il versamento che, molto probabilmente, però non ci sarà. Pagamento dunque il 16 dicembre, ma bisognerà affrettarsi, ma cercare anche di mettere ordine su questa Imu che ancora crea dubbi. L’ultima novità, ricordiamo, è che quella che prevederebbe il pagamento di una mini Imu, a gennaio 2014,per i Comuni che hanno deciso di aumentare le aliquote.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il