BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu: prima casa, seconda casa, terreni, capannoni, negozi, Quando, chi, come deve pagare

Nuova scadenza Imu a gennaio: quanto si paga



Il prossimo mese di gennaio, in oltre 800 Comuni italiani, i possessori di prime case saranno costretti a pagare il 40% dell’acconto inizialmente previsto per questo mese di dicembre. Ciò significa che il governo Letta, che aveva garantito la cancellazione dell’Imu entro la fine dell’anno, esentando completamente i proprietari di prima casa, ha fatto un passo indietro.

Il termine per il versamento della rata, infatti, era previsto per il prossimo 16 dicembre: con il nuovo provvedimento, per il conguaglio viene concesso un mese in più. La nuova scadenza è ora fissata al 16 gennaio. In questo momento, infatti, tutti i possessori di prime case in Italia si stanno chiedendo se, a inizio 2014, dovranno pagare l’Imu o meno.

Sono oltre 800 i Comuni che nel corso dell’anno hanno deciso di alzare l’aliquota base da cui calcolare l’importo Imu, pur in presenza dei continui rinvii del governo sui versamenti richiesti ai proprietari.

Per sapere quanto si dovrà versare, bisognerà calcolare la rata Imu nella sua interezza, così come prevista per il prossimo 16 dicembre prima del decreto di parziale copertura, per poi eliminare dal risultato la somma che si arriverebbe a pagare con aliquota allo 0,4. Se il risultato è una cifra negativa, si dovrebbe contare il dovuto come pari a zero. Secondo quanto calcolato dalla Cgia di Mestre, gli esborsi extra richiesti ai possessori di prime case andranno dai 71 ai 104 euro per ognuno degli oltre 3 milioni di immobili coinvolti.


Per determinare quanto versare di Imu si può usare il seguente calcolatore

http://www.webmasterpoint.org/programmazione/programmazione/come_fare/calcolo-imu-saldo-seconda-rata.html

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il