BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Letta ultime notizie: Ministro Giovannini e sua nuova proposta che lascia perplessi

Novità pensioni e busta arancione: cosa cambia?



Mentre l’Ocse bacchetta l’Italia e la Corte dei Conti invita il governo a rivedere il sistema pensionistico italiano, con la Legge di stabilità alla Camera arrivano ancora nuove proposte sulle pensioni. Ma proposte che non riguardano il sistema previdenziale in sé e le modifiche auspicate, per esempio di una pensione anticipata per determinate categorie di lavoratori come precoci e usuranti; soluzioni per esodati e pensionandi di Quota 96; risposte al monito della Commissione Ue che ha puntato il dito contro l’Italia tempo fa a causa della differenza di trattamento contributivo degli anni per andare in pensione tra uomini e donne.

Le novità di cui si parla lasciano in realtà un po’ perplessi e riguardano la proposta del ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, di eliminare la cosiddetta busta arancione, documento che dovrebbe comunicare a pensionati e futuri tali quanto dovrebbero prendere di pensione con il nuovo calcolo contributivo.

Ora sembra che essa sarà eliminata, per cui il documento che doveva quantificare la pensione dei lavoratori post riforma Dini del 1995 (sistema contributivo) infatti non arriverà più. “Busta arancione vuol dire tutto e vuol dire nulla. Io sono sempre stato a favore della trasparenza.

Ma se busta arancione vuol dire inviare a casa di tutti un foglio con dei numeri non credo faremmo un buon servizio al sistema, visto anche, come dimostrano i dati Ocse, la scarsa dimestichezza di molta parte della popolazione con la capacità anche matematica” ha detto il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, nel corso dell'audizione davanti alla commissione parlamentare di controllo sull'attività degli enti gestori.

Giovannini spiega inoltre: “Stiamo lavorando con i tecnici Inps per costruire un sistema informatico che educhi e consenta alle persone di fare simulazioni più che dire: ecco il tuo destino è segnato e non puoi fare più nulla”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il