BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Etf: guida per scegliere i prodotti e titoli migliori Dicembre 2013 e per 2014. Novità strategie

Etf: cosa sono, andamento e previsioni fine 2013 e 2014



Gli Exchange Traded Funds, Etf, fondi indicizzati quotati, sono una particolare categoria di fondi, le cui quote sono negoziate in Borsa in tempo reale come semplici azioni, attraverso una banca o un qualsiasi intermediario autorizzato. Gli Etf si caratterizzano come una via di mezzo tra un’azione e un fondo e consentono di sfruttare i punti di forza di entrambi gli strumenti.

Una delle caratteristiche di questo strumento è rappresentata dall'indicizzazione: gli Etf replicano infatti passivamente la composizione di un indice di mercato (geografico, settoriale, azionario o obbligazionario) e di conseguenza anche il suo rendimento. Se ad esempio l'indice S&P 500 si apprezza del 2%, l'Etf legato all’S&P 500 registrerà un rialzo della stessa proporzione. Acquistando un Etf è possibile realizzare la diversificazione e la riduzione dei rischi tipica di un fondo di investimento, scambiando le quote del fondo come una normale azione.

Oggi l’andamento degli Etf va decisamente bene e, come riportato da CorrierEconomia, la crescita, in soli dodici mesi, è stata di 485 miliardi. Record storico anche in Italia, dove il patrimonio complessivo (Etf, Etc ed Etn) dei prodotti quotati in Piazza Affari sfiora i 26 miliardi.

Secondo Emanuele Bellingeri, responsabile per l’Italia di iShares (Black Rock), il successo di questi prodotti si spiega perchè “con un solo Etf e a costo contenuto, si può prendere posizione, in modo diversificato, su uno o più mercati, evitando il problema della scelta dei singoli titoli. Inoltre, essendo strumenti liquidi, nelle fasi negative è possibile disinvestire rapidamente e rimodulare il portafoglio, sulla base delle nuove condizioni di mercato”.

Isabelle Bourcier, head of business development di Ossiam, asset manager (filiale di Natixis Global Asset Management), specializzata nelle soluzioni di investimento di ultima generazione spiega che “Le nostre strategie di maggior successo sono la ‘minimum variance’ su Usa, Europa e Paesi Emergenti e l’equal weight sullo Stoxx Europe 600”.

La minimum variance è una strategia che si basa sulla volatilità dei titoli, ideale per chi vuole mettersi al riparo dai ribassi di mercato, magari rinunciando a inseguire i rialzi, mentre l’equal weighted è l’assegnazione dello stesso peso a tutti i titoli dell’indice e non più in base alla loro capitalizzazione come avviene con i prodotti indicizzati tradizionali. I futuro, indipendentemente dalle fasi di mercato, potrebbe garantire portafogli solidi e performance brillanti, ma “la competizione tra emittenti sarà aspra, combattuta a colpi di prodotti, sempre più sofisticati e specializzati”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il