BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa Speciale (PAS) : novità questa settimana. SItuazione aggiornata

Probabili slittamenti, costi, elenchi e prove: le novità dei nuovi Pas



L’avvio per i corsi dei nuovi Tfa speciali era previsto per il prossimo gennaio 2014 ma probabilmente, a causa del lento lavoro di compilazione dell’elenco dei nominativi di coloro che dovranno prendervi parte o meno, i tempi di inizio dei corsi potrebbero slittare a febbraio, marzo, per concludersi in estate. Il tutto per un costo di 1.500 euro.

Ma, secondo le notizie di quest’ultima settimana, le spese che si sosterranno per seguire i nuovi Pas potranno essere detraibili: l’Università di Bergamo ha reso noto che sarà possibile detrarre le spese sostenute per la frequenza dei corsi di istruzione universitaria. In particolare per i corsi di laurea e di laurea magistrale, per i corsi di specializzazione per laureati, per i corsi di dottorato di ricerca, per i master universitari, per i corsi per la formazione iniziale degli insegnanti inclusi Tfa, per i corsi di specializzazione per il sostegno didattico agli alunni con disabilità, Pas, per le spese per la partecipazione alle prove di accesso ai corsi universitari a numero chiuso, con test di verifica della preparazione.

Intanto, spuntano anche candidati ammessi con riserva con la motivazione 'Ricorso Tar Lazio', situazione che si è creata soprattutto in Calabria e Umbria, mentre in  Piemonte le Università confermano la contrarietà all'attivazione dei corsi per infanzia e primaria, e persistono dubbi per le altre classi di concorso. In Friuli Venezia Giulia sono stati poi pubblicati i Decreti relativi agli esiti delle verifiche degli aspiranti ai percorsi abilitanti speciali (PAS) per i candidati delle classi di concorso con lingua d'insegnamento italiana.

Per quanto riguarda svolgimento del corso e prove da sostenere, una volta ammessi ai nuovi Tfa Speciali, gli aspiranti insegnanti dovranno sostenere diverse prove e il mancato superamento di una di queste comporta l'esclusione dal Pas. I percorsi prevedono 41 crediti formativi di verifica e consolidamento delle discipline, acquisizione di competenze digitali, acquisizione di competenze didattiche per favorire l’integrazione scolastica degli alunni con disabilità.

Per ciascuno degli insegnamenti sono previste prove scritte e orali e, nel caso di classi di concorso che prevedano l’utilizzo del laboratorio e delle classi di concorso a insegnante tecnico pratico, è prevista una prova di laboratorio, mentre nel caso di insegnamenti artistici e musicali è prevista anche una prova pratica.

Le prove sono superate dai corsisti che ottengono una valutazione di almeno 18/30 in ciascuna delle prove e, come accennato, il mancato superamento di una prova comporta l’esclusione dal percorso. Chi accederà all’esame finale dovrà stendere, illustrare e discutere un elaborato originale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il