BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Letta ultime notizie: modifiche possibili con Renzi nuovo segretario del Pd

Renzi nuovo Segretario del Pd: riuscirà a cambiar qualcosa per le pensioni?



Nulla ancora si muove su interventi volti a modificare le pensioni e sulle richieste di norme ad hoc per precoci ed usuranti. Per gli addetti a lavori usuranti, i sindacati hanno chiesto da tempo requisiti meno rigidi per l’uscita dal lavoro, fino al ritorno alle vecchie regole, precedenti l’entrata in vigore della nuova legge Fornero. Per i lavoratori precoci, invece, si chiede di modificare la normativa riguardante le penalizzazioni previste per l’accesso alla pensione anticipata.

Tempo fa sulla questione era intervenuto Gianni Cuperlo, avversario, deluso, di Matteo Renzi alla Segreteria del Partito Democratico, secondo cui “La riforma Fornero delle pensioni contiene iniquità evidenti. A partire dalla questione esodati che sono diretto prodotto di questa riforma”. E proprio per cambiare tale impianto, ha spiegato Cuperlo, “In Parlamento si sta cercando di predisporre un testo per affrontare nel modo più equo possibile questo problema urgentissimo (degli esodati) che tocca migliaia di cittadini”.

E lo stesso sindaco di Firenze, oggi Segretario del Pd, Matteo Renzi è convinto che qualcosa vada fatto pur non avendo mai nascosto il suo appoggio all’attuale legge delle pensioni. Secondo Renzi, infatti, “La riforma va bene. Gli esodati sono un problema specifico”, comunque da risolvere. Nonostante Renzi sia consapevole del fatto che la questione esodati è stata creata da una serie di errori di formulazione della legge dell’ex ministro Fornero, ritiene comunque che il sistema pensionistico vada modificato.

Ma con il suo avvento al potere e la sua convinzione in tale direzione di cambiamento, riusciranno davvero ad arrivare modifiche nel nostro sistema previdenziale. Ci si augura la risposta sia sì anche alla luce degli ultimi dati allarmanti che sono stati diffusi e che vedono i pensionati italiani ricevere assegni bassi, pagare sempre più tasse rispetto ai colleghi europei, e forti squilibri nelle erogazioni delle pensioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il