BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tares 2013: scadenza 16 Dicembre tassa rifiuti. ma tanti problemi e confusione. Le novità

Tares: quando si paga e come. Possibili ritardi



Non solo Imu: il 16 dicembre i contribuenti italiani saranno, infatti, chiamati a pagare la nuova rata della Tare sui rifiuti. I Comuni dovranno inviare ai contribuenti il modello precompilato di pagamento del tributo per effettuare solo tramite modello F24 o per il ccp, con gli importi separati di maggiorazione e tariffa comunale.

La Tares si compone di due elementi: una quota determinata sulla base del costo del servizio di gestione dei rifiuti, riferito agli investimenti per le opere ed i relativi ammortamenti; e una quota rapportata alla quantità di rifiuti conferiti, al servizio fornito e all’entità dei costi di gestione.

Il tributo sui rifiuti peserà soprattutto nei Comuni che non hanno replicato la Tarsu impiegata fino allo scorso anno e che quindi assestano rincari pesanti soprattutto agli esercizi commerciali. Secondo le stime, da lì, sempre il 16 dicembre, arriveranno almeno 4 miliardi di euro, a cui si aggiunge il miliardo di maggiorazione che tutti, proprietari oppure occupanti ‘a qualsiasi titolo’, saranno chiamati a versare allo Stato.

Anche il pagamento di questa imposta crea però qualche difficoltà: a Milano, per esempio, molti di coloro che non hanno ancora ricevuto il modello F24 necessario per regolarizzarsi assaltano i 15 sportelli aperti negli uffici di via Larga (che ricevono solo su appuntamento), o tempestano di chiamate lo 020202, ma dal Comune rassicurano: pagare in ritardo non comporterà alcuna mora. Se non è stato ricevuto l’invito al pagamento, infatti, non può essere pretesa alcuna sanzione.

È possibile anche collegarsi al portale Tares sul sito del Comune e richiedere copia del modello F24 con il saldo via mail- tares.duplicati@comune.milano.it- indicando il codice fiscale, nome e cognome del capofamiglia, codice contribuente (presente sul documento inviato con l’acconto), e chiedere la rateazione del pagamento a 12 rate per importi superiori a 200 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il