Imu 2013: chi, come, quando deve pagare scadenza 16 Dicembre prima, seconda casa, terreni, capannoni

Quando scade il secondo Imu, come e chi deve pagare



Il pagamento della seconda e ultima rata dell’Imu, in scadenza lunedì 16 dicembre, è dovuto per tutti gli immobili esclusi quelli che sono esonerati ai sensi del decreto legge 102/13 come convertito e del decreto legge 133/13 in corso di conversione. Pagano i proprietari di immobili e terreni, esclusa l’abitazione principale. L’imposta è dovuta sulle seconde case e anche su quelle date in uso gratuito ai familiari, su fabbricati per la produzione e terreni, non quelli però posseduti e gestiti da un imprenditore agricolo o coltivatore diretto.

I Comuni hanno avuto tempo fino a lunedì 9 dicembre per deliberare le aliquote. Quella base è al 4 per mille, ma in molti casi è stata aumentata. Sui siti che permettono il calcolo on line, come Amministrazioni Comunali, trovate in automatico l’aliquota inserendo la vostra città di residenza.

Dove non sono state aumentate le aliquote si dovrebbe pagare la stessa cifra versata a giugno. Per il 2013 non è dovuta, ma ci sono eccezioni anche in questo caso. Non è stata abolita per le abitazioni di pregio usate come abitazioni principali: sono quelli nelle categorie A/1 (immobili signorili), A/8 (ville) e A/9 (castelli e palazzi).

Potrebbero dover pagare a gennaio quanti vivono nei Comuni che hanno stabilito un aumento dell’aliquota oltre il 4 per mille. Per il calcolo occorre segnalare la rendita catastale, che va poi moltiplicata per il coefficiente del tipo di immobile. A questo totale si applicano le aliquote previste dal comune. Bisogna da qui ricavare il saldo di dicembre. Il versamento può essere eseguito mediante il modello F24 presso Banche, Poste o per via telematica collegandosi al sito dell’Agenzia delle Entrate (www.agenziaentrate.gov.it).

Per determinare quanto versare di Imu si può usare il seguente calcolatore

http://www.webmasterpoint.org/programmazione/programmazione/come_fare/calcolo-imu-saldo-seconda-rata.html

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il