BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne e uomini Governo Letta: emendamento a sorpresa in Legge di Stabilità.

Nessuna novità per uomini e donne ma novità cumulo pensioni: l’emendamento della Legge di stabilità



Gli iscritti a più forme di assicurazione obbligatoria potranno cumulare i versamenti dei periodi contributivi non coincidenti al fine di conseguire un’unica pensione, di vecchiaia o di anzianità: questo è quanto prevede un emendamento al ddl Stabilità sottoscritto da 23 deputati del Pd e segnalato alla Commissione Bilancio della Camera per l’approvazione.

Questa la novità riportata sulle pensioni ieri nella Legge di Stabilità, l’unica che, dunque, oltre ad estromettere precoci e usuranti, non pone rilievo alla questione della differenza contributiva tra uomini e donne, contro cui l’Ue ha puntato il dito.

Secondo quanto riportato dal testo, ‘Ferme restando le vigenti disposizioni in materia di totalizzazione dei periodi assicurativi di cui al decreto legislativo 2 febbraio 2006, n. 42, e di ricongiunzione dei periodi assicurativi di cui alla legge 7 febbraio 1979, n. 29, e successive modificazioni i soggetti iscritti a due o più forme di assicurazione obbligatoria per invalidità, vecchiaia e superstiti dei lavoratori dipendenti, autonomi, e degli iscritti alla gestione separata di cui all’articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335, alle forme sostitutive ed esclusive della medesima, nonché alle associazioni e le fondazioni di cui ai decreti legislativi 30 giugno 1994, n. 509, e 10 febbraio 1996, n. 103, hanno facoltà di cumulare i periodi assicurativi non coincidenti al fine del conseguimento di un’unica pensione’.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il