BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Taglio Assicurazioni Rc auto, bolletta elettrica, incentivi PMI: novità ufficiali Governo Letta ieri

Tagli e incentivi in discussione oggi in CdM: ecco le novità ufficiali



Taglio Assicurazioni Rc auto, bolletta elettrica e incentivi PMI: questi gli interventi in discussione oggi, venerdì 13 dicembre, in Consiglio dei Ministri. Il CdM di oggi dovrebbe, infatti, varare  una serie di misure per far scendere sensibilmente, come ha annunciato il premier Enrico Letta, le tariffe Rc Auto. Verrà anche approvato un decreto da 600 milioni per tagliare le bollette elettriche, soprattutto alle imprese, che lamentano costi energetici superiori ai loro competitori europei.

Il peso della bolletta energetica delle imprese italiane è, infatti, superiore alla media europea per questo i provvedimenti, come spiegato da Letta, saranno due: un decreto e un ddl delega. Con il decreto, ha detto Letta, “si taglieranno 600 milioni circa: 250 deriveranno dalla possibilità che avranno i produttori di rinnovabili di spalmare, su base volontaria, gli incentivi che riceveranno nei prossimi anni; 150 milioni dovrebbero derivare dalla mancata realizzazione di alcuni stoccaggi di gas già previsti, che vista la crisi dei consumi non vengono più ritenuti necessari; ci sarà poi un intervento sulla tariffa bioraria, meccanismo varato prima del grande sviluppo delle rinnovabili e che necessita quindi di una rinfrescata per tener conto del nuovo mix energetico; altri 170 milioni, infine, arriveranno dal cosiddetto ritiro dedicato, una modalità semplificata a disposizione dei produttori per la vendita dell’energia elettrica immessa in rete”.

Per quanto le assicurazioni auto, si potrà ottenere un’assicurazione più leggera installando sulla propria macchina una scatola nera, congegno per sventare le truffe, visto che è in grado di registrare tutti gli spostamenti del veicolo. Per il momento si partirà in via sperimentale, ma Letta preme perché l’uso dell’apparecchio diventi obbligatorio.

Difficile al momento valutare i risparmi per gli automobilisti, ma dovranno essere superiori ai 60 euro del costo di installazione della macchinetta. Per quanto riguarda l’RcAuto, il presidente dell’Ivass Salvatore Rossi ha spiegato che si dovrebbe procedere con un pacchetto di misure.

Rossi ha parlato in particolare della combinazione di quattro elementi: efficace contrasto alle frodi, maggiore concorrenza tra le compagnie, maggiore mobilità degli assicurati, maggiore efficienza nelle imprese. La vigilanza sull’attività anti-frode delle compagnie comincia a dare i primi frutti, con un risparmio in termini di minor costo dei sinistri pari a 166 milioni di euro. Letta ha infine precisato che all’interno del piano “ci sarà un credito di imposta per la ricerca, fondi per incentivare la digitalizzazione delle Pmi”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il