BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Obbligazioni, Btp, Titoli di Stato 2013-2014: dove trovare rendimenti. Anche in Portogallo e Grecia

Tornare a investire nei periferici: Portogallo e Grecia possono rendere molto



Portogallo e Grecia: contrariamente a quanto si possa pensare sono questi i Paesi capaci di garantire anche buoni rendimenti. Secondo un’analisi di CorrierEconomia, infatti, nell’anno delle basse performance delle obbligazioni governative con i Bund tedeschi e i Treasury americani in territorio negativo a causa dell’aumento dei tassi a lungo termine la pagella con i voti migliori la presentano gli ultimi della classe.

Le obbligazioni decennali di due paesi periferici dell’area euro che in questi anni hanno attraversato le maggiori difficoltà, il Portogallo e la Grecia, hanno generato infatti rendimenti total return , comprensivi di cedola e aumento della quotazione del titolo, pari al 9,93% e al 33,74% rispettivamente. E secondo la banca d’affari statunitense Morgan Stanley, il 2014 ha le carte in regola per presentarsi come un altro anno positivo, “Sebbene molti elementi di incertezza continuino a pesare sull’economia dei due Paesi, sia la Grecia che il Portogallo registrano notevoli miglioramenti dal punto di vista macroeconomico.

A differenza di quanto ritiene la maggioranza degli economisti noi pensiamo che nel 2014 il Pil della Grecia si stabilizzerà e il Paese non dovrà affrontare il sesto anno consecutivo di recessione.

Dal Portogallo ci aspettiamo invece una crescita modesta dello 0,2%, con la possibilità che le sorprese siano di segno positivo” ha detto Paolo Batori, responsabile delle strategie sui titoli governativi delle economie emergenti di Morgan Stanley. “I due paesi periferici del Sud Europa possono essere in qualche modo assimilati ai mercati emergenti, ma per entrambi le prospettive del reddito fisso sono nettamente più favorevoli”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il