BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni lavori usuranti e precoci: il punto della situazione aggiornato Legge stabilità e non solo

Nulla di specifico ancora per precoci e usuranti: svaniscono le speranze



Nulla di fatto per l’uscita anticipata dal lavoro a 62 anni invece che a 66m soglia attualmente fissata, per chi perde il lavoro o è usurato; bloccata la possibilità anche per i militari di andare in pensione 10 anni prima, a 50 anni invece che a 60; e nessuna norma ad hoc per precoci e usuranti, lavoratori per i quali si era spesso ribadita la necessità di andare in pensione con le vecchie regole pre legge Fornero, che ha innalzato l’età pensionabile per tutti compiendo non pochi errori.

Se sono state ‘messe da parte’ le richieste di associazioni e sindacati volte al miglioramento delle condizioni pensionistiche di chi è alle soglie della pensione, o lo era, sono arrivati nuovi emendamenti alla Legge di Stabilità sulle pensioni che seppur piacciano comunque non soddisfano particolarmente.

Si parte dalla la possibilità di cumulare i versamenti dei periodi contributivi non coincidenti al fine di conseguire un’unica pensione, di vecchiaia o di anzianità, per arrivare alla nuova indicizzazione delle pensioni, per cui per il triennio 2014-2016 la rivalutazione automatica dei trattamenti pensionistici è riconosciuta nella misura del 95% per le pensioni superiori a tre volte il trattamento minimo Inps. Questo quanto prevede un emendamento del relatore Maino Marchi (Pd).

L'emendamento prevede anche la riduzione delle indicizzazioni nella misura del 50% per le pensioni superiori a 5 volte il trattamento minimo e fino a 6 volte. Nella misura del 40% per il 2014 e del 45% per il 2015 e il 2016 per i trattamenti superiori a sei volte.

Per il solo anno 2014, invece, non è riconosciuta la rivalutazione per le fasce di importo superiori a sei volte il minimo Inps. Ma l’ultima novità riguarda l’aumento degli assegni grazie al taglio del cuneo fiscale. Ad alimentarlo le risorse della spending review e le risorse della lotta all’evasione fiscale che eccedono gli incassi programmati e a beneficiarne saranno i lavoratori dipendenti e i pensionati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il