BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa Speciali (PAS): classi e iscrizioni in poche regioni. Massima confusione. Punto situazione

Caos su elenchi, tempi e costi nuovi Tfa Speciali: la situazione



Il costo ufficiale per i corsi dei nuovi Tfa Speciali sarà di 2 mila euro, almeno per il Percorso Abilitante Speciale indetto per il Lazio, ma è da supporre che il costo possa essere considerato valore medio per tutte le Università. Sempre il Lazio ha inoltre reso note le integrazioni dell’elenco degli ammessi, scelta opzione sede di frequenza entro il 22 dicembre, ma solo per secondaria I e II grado, per infanzia e primaria nessuna Università ha dato la disponibilità.

Collegandosi al link http://crisfad.uniroma3.it/pas, ogni corsista, ammesso ai nuovi Pas per la scuola secondaria di I e di II grado, può verificare quali Atenei laziali hanno comunicato la disponibilità ad attivare il Pas relativo alla classe di abilitazione di interesse. Secondo le direttive del Miur, i Rettori delle Università, d’intesa con il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale, devono assegnare i corsisti ai vari Atenei.

Per procedere a tale assegnazione, i corsisti dovranno indicare entro e non oltre le ore 24 di domenica 22 dicembre 2013 la sede di frequenza preferita precisando fino a tre opzioni in ordine di priorità. L’assegnazione dei corsisti agli Atenei sarà effettuata sulla base delle indicazioni pervenute, compatibilmente con le capacità ricettive dichiarate dagli Atenei e le singole sedi potranno decidere di non attivare le classi che, per il basso numero di iscritti, risultino non sostenibili.

Insieme ai candidati del Lazio, al momento solo quelli della Lombardia sanno quali classi di concorso non potranno essere attivate nella sola regione di riferimento, ma bisognerà attendere gli elenchi degli ammessi e l'offerta formativa delle regioni confinanti per conoscere se sarà possibile attivare i corsi in modalità interregionale.

In Piemonte, invece entro il 31 dicembre deve essere compilata  la piattaforma online dai candidati ammessi, dai candidati non ammessi che presentano reclamo avverso l’esclusione, e dai candidati che devono regolarizzare la propria istanza. La compilazione del form non fornisce ricevuta; è necessario stampare la pagina prima dell’invio. I reclami vanno inviati all’indirizzo e-mail reclamipas@istruzionepiemonte.it, entro domani, mercoledì 18 dicembre 2013, utilizzando l’apposito modello.

Caos invece in Sardegna, dove il report della Gilda degli Insegnanti di Nuoro spiega quali classi di concorso verranno attivate, il criterio per l’attribuzione delle sedi, mentre non è stato ancora deciso il costo. Sui percorsi abilitanti speciali la platea degli interessati ammonta a circa 890 insegnanti, i cui nominativi sono già stati pubblicati venerdì 13 dicembre 2013 in un elenco provvisorio sul sito dell’USR.

Per la gran parte delle discipline per le quali è previsto il percorso abilitante è stato raggiunto un accordo con le Università di Cagliari e Sassari per l’erogazione dei corsi a partire, presumibilmente, dal mese di febbraio. Una notizia negativa, invece, riguarda coloro che aspiravano a conseguire l’abilitazione per l’insegnamento nella scuola dell’infanzia e primaria (rispettivamente 144 e 155 candidati).

La Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, cui hanno aderito anche Cagliari e Sassari, si è infatti espressa contro l’attivazione di questi corsi. Le discipline che saranno attivate solo a Cagliari sono A033; A012; A013; A016; A017; A019; A020; A034; A035; A036; A037; A038; Informatica e Matematica, Storia dell’arte, Tecnologia.

Le discipline che saranno attivate invece solo a Sassari sono A032; A031; A039; A058; A060; A072; A074; Conversazione lingue straniere, ed Esercitazioni agrarie. Tutte le altre discipline saranno attivate sia a Cagliari sia a Sassari.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il