BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni lavori usuranti e precoci Governo Letta: no modifiche,ma risolti problemi Inps con magia

Nuovo emendamento alla Legge di Stabilità cancella buco Inps. Mentre precoci e usuranti aspettano ancora modifiche che possano tutelarli dopo l’entrata in vigore delle norme pensionistiche definite dall’ex ministro Fornero



Tutto ancora tace sulle richieste avanzate per precoci ed usuranti mentre la Legge di Stabilità di avvia a ricevere il suo voto definitivo. E se nulla di importante e necessario è stato fatto per tutelare determinate categorie di lavoratori decisamente in crisi dopo l’entrata in vigore delle nuove norme stabilite dall’ex ministro Fornero, che ha innalzato l’età pensionabile per tutti, senza considerare le specificità di alcuni, qualcosa di ‘magico’, con un emendamento alla Legge di stabilità, pare sia stato fatto per coprire il buco dell’Inps, tanto incriminato.

Ma “Non c’è nessun buco da 9 miliardi nella previdenza. E’ solo un’errata rappresentazione contabile che sarebbe meglio modificare proprio per non ingenerare equivoci” ha detto Antonio Mastrapasqua, dal 2008 presidente dell’Inps, Mastropasqua ha spiegato che “Non è un buco. Per lo Stato, pagare stipendi o pensioni è solo una partita di giro. Proprio per questo motivo, in passato lo Statonon aveva fatto accantonamenti previdenziali.

A un certo punto, con la nascita dell’Inpdap, ha cominciato a farlo dal 1996 in poi. Ma per molti anni ancora lo Stato deve pagare direttamente le pensioni dei dipendenti pubblici e si è impegnato a pagarle anche tramite l’Inps”. Si tratta, secondo Mastropasqua, di “un fatto puramente contabile.

L’Inps deve registrare come anticipazioni questi 9 miliardi all’anno. Con l’emendamento del governo la rappresentazione nei bilanci sarà più corretta perché verranno registrati come sono realmente, e cioè quali “trasferimenti” definitivi all’ente previdenziale”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il