BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ristrutturazione casa 50%-65% elettrodomestici, mobili 2014: eliminate alcune novitÓ rispetto 2013

Nessun bonus mobili se la spesa per l'arredo supera quella per la ristrutturazione: il nuovo emendamento alla Legge di stabilitÓ. Come richiedere detrazioni, per quali lavori valgono e in che misura



Mentre è stata prorogata la richiesta dei bonus per le ristrutturazioni edilizie per lavori di efficientamento energetico anche per il 2014, dalla Legge di Stabilità è stato invece ritirato l'emendamento che permetteva detrazioni per spese di acquisto di mobili anche superiori alle spese sostenute per la ristrutturazione.

La Commissione Bilancio della Camera ha, infatti, approvato un emendamento del M5S alla Legge di Stabilità che stabilisce che la spesa per l'acquisto dell'arredo non potrà superare la spesa sostenuta per la ristrutturazione dell'immobile. In pratica, se si spendono solo 100 euro per un intervento di ristrutturazione dell'abitazione, e invece 5mila euro per mobili ed elettrodomestici, non sarà possibile beneficiare del Bonus Mobili.

Per il resto la Legge di Stabilità prevede che le detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie siano valide nella misura del 50% anche per tutto il 2014. I contribuenti, dunque, avranno tempo fino al 31 dicembre 2014 per usufruire del bonus fiscale al 50% per la ristrutturazioni edilizie e l’acquisto di mobili e del 65% per interventi di risparmio energetico.

Le detrazioni valgono per le spese sostenute per interventi per il risparmio energetico, sostituzione di caldaie, di condizionatori, interventi di recupero e restauro edilizio, costruzione o acquisto di box auto, interventi per adeguare gli edifici alle norme antisismiche, e per l’acquisto di mobili, frigoriferi, forni, lavatrici, elettrodomestici.

Il bonus mobili è una detrazione irpef del 50 per cento sull’acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe non inferiore alla A + (A per i forni) destinati a immobili oggetto di ristrutturazione edilizie. Anche le spese di trasporto e montaggio degli articoli acquistati rientrano nell’importo detraibile dalle spese sostenute per l’acquisto sia dei mobili che dei grandi elettrodomestici. Per mobili ed elettrodomestici, l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che per i beni d’acquisto si può richiedere il recupero del 50% delle spese sostenute.

Possono beneficiare delle detrazioni i proprietari o i titolari di un diritto reale sull’abitazione, ovvero chi gode di usufrutto, uso, abitazione e superficie e tutti coloro che possiedono un contratto di comodato o locazione, ma anche familiari e conviventi del proprietario dell’unità immobiliare su cui si applicano gli interventi.

Per usufruire del bonus ristrutturazioni bisognerà pagare le spese detraibili tramite bonifico bancario o postale, da cui devono risultare la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto che paga e il codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.

Ristrutturazione Casa BONUS e DETRAZIONI. Vediamo quali sono i bonus, le detrazioni e le agevolazioni fiscali disponibili ora per la ristrutturazione di immobili di proprietÓ, in affitto e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il