Movimento dei Forconi: da oggi 10 Gennaio 2014 blocchi, presidi,manifestazioni potrebbero riniziare

Nuove proteste dei Forconi in questo 2014: chieste dimissioni al governo e se Letta non lascia oggi 10 gennaio nuovi blocchi. La situazione



Tornano a farsi sentire di nuovo i Forconi che hanno attivato una vasta campagna di informazione anti-Letta. I leader del movimento invitano tutti gli italiani a scendere in piazza e manifestare il proprio malumore, e se il governo non si dimetterà, cosa assai probabile, i manifestanti minacciano in piazza Castello oggi,  venerdì 10 gennaio 2014. Non è ancora stato reso noto un programma della manifestazione e non si sa se i partecipanti rimarranno in questa piazza o se ricominceranno i blocchi nei punti nevralgici della città.

Attualmente il movimento dei Forconi è diviso in due fazioni, da una parte i manifestanti pacifici dei presidi di piazza Derna e Pitagora che vengono chiamati Decembristi, dall'altra ci sono gli arrabbiati, i fomentatori dei blocchi stradali ad oltranza, gli estremisti.

Cesare Di Termini, uno dei leader del movimento degli ambulanti di Torino, afferma: “Abbiamo convocato un’assemblea per prendere una decisione unitaria e soprattutto chiara. Se dovremo di nuovo scendere in strada, tanto per essere chiari, non vogliamo più avere nulla a che fare con il gruppo di Danilo Calvani o con i decembristi.

E sulla possibilità di nuovi blocchi al traffico afferma: “E’ un’ipotesi che prenderemo in considerazione, avevamo infatti promesso che la contestazione sarebbe ripresa dopo le feste. Il 10 gennaio ci saremo anche noi ma senza violenze o intimidazioni”.

L’idea di indire una nuova protesta nasce dalla consapevolezza che entro il giorno di ultimatum dato dal governo, e cioè ieri giovedì 9 gennaio, le dimissioni del premier Letta non ci saranno e quindi non appena l'ultimatum sarà scaduto, oggi 10 gennaio, potrebbe riprendere la protesta in piazza così come già avvenuto nel mese di dicembre.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il