BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Movimento dei Forconi: da oggi 10 Gennaio 2014 blocchi, presidi,manifestazioni potrebbero riniziare

Nuove proteste dei Forconi in questo 2014: chieste dimissioni al governo e se Letta non lascia oggi 10 gennaio nuovi blocchi. La situazione



Tornano a farsi sentire di nuovo i Forconi che hanno attivato una vasta campagna di informazione anti-Letta. I leader del movimento invitano tutti gli italiani a scendere in piazza e manifestare il proprio malumore, e se il governo non si dimetterà, cosa assai probabile, i manifestanti minacciano in piazza Castello oggi,  venerdì 10 gennaio 2014. Non è ancora stato reso noto un programma della manifestazione e non si sa se i partecipanti rimarranno in questa piazza o se ricominceranno i blocchi nei punti nevralgici della città.

Attualmente il movimento dei Forconi è diviso in due fazioni, da una parte i manifestanti pacifici dei presidi di piazza Derna e Pitagora che vengono chiamati Decembristi, dall'altra ci sono gli arrabbiati, i fomentatori dei blocchi stradali ad oltranza, gli estremisti.

Cesare Di Termini, uno dei leader del movimento degli ambulanti di Torino, afferma: “Abbiamo convocato un’assemblea per prendere una decisione unitaria e soprattutto chiara. Se dovremo di nuovo scendere in strada, tanto per essere chiari, non vogliamo più avere nulla a che fare con il gruppo di Danilo Calvani o con i decembristi.

E sulla possibilità di nuovi blocchi al traffico afferma: “E’ un’ipotesi che prenderemo in considerazione, avevamo infatti promesso che la contestazione sarebbe ripresa dopo le feste. Il 10 gennaio ci saremo anche noi ma senza violenze o intimidazioni”.

L’idea di indire una nuova protesta nasce dalla consapevolezza che entro il giorno di ultimatum dato dal governo, e cioè ieri giovedì 9 gennaio, le dimissioni del premier Letta non ci saranno e quindi non appena l'ultimatum sarà scaduto, oggi 10 gennaio, potrebbe riprendere la protesta in piazza così come già avvenuto nel mese di dicembre.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il