Eni e Generali tra le prime 500 società al mondo per ricavi

Le Assicurazioni Generali e l'Eni guidano le imprese italiane nella 'top list' delle 500 migliori societa' mondiali per ricavi redatta dalla compagnia Fortune Global 500.



Le Assicurazioni Generali e l'Eni guidano le imprese italiane nella 'top list' delle 500 migliori societa' mondiali per ricavi redatta dalla compagnia Fortune Global 500. Il colosso assicurativo e' al 21 esimo posto nella classifica con 101,404 miliardi di dollari di ricavi, seguita dall'Eni, al 27 esimo posto con 92,6 miliardi, che ha scalato sei posizioni rispetto all'anno scorso.

Al terzo posto la Fiat che con 57,8 miliardi di ricavi conquista la 79esima posizione nella classifica mondiale, mentre l'Enel in 132esima posizione si piazza al quarto posto tra le italiane con 42,3 miliardi di ricavi. Telecom Italia e' 141sima con 39,7 miliardi di dollari di ricavi.

Dietro la societa' di Tronchetti Provera seguono le banche. Staccata di ben 145 posizioni Unicredito italiano, sesta tra le imprese nazionali con 22,230 miliardi di dollari ricavi.In 317esima posizione Poste Italiane con 20,4 miliardi di dollari ricavi, seguita da Banca Intesa al 347esimo posto (ottava tra le italiane) con 18,6 miliardi di ricavi, San paolo Imi al 392esimo posto con 16,8 miliardi di dollari e ultima tra le italiane e in 444esima posizione nella classifica mondiale, Finmeccanica con 15, 1 miliardi di dollari di ricavi.

A fare la parte del leone nella top list mondiale sono le petrolifere: cinque delle prime dieci classificate nella top list mondiale sono compagnie petrolifere(Exxon Mobil, Royal Dutch Shell, Bp, Chevrone Conoco Philips). Exxon Mobil, al top nella classifica mondiale con 339,9 miliardi di dollari di ricavi, ha levato il primato a Wal Mart Stores che quest'anno si e'conquistata una seconda posizione con 315,6 miliardi di dollari.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il