BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Assicurazioni auto 2014: novità. Tariffe, sconti, regole, diminuzione prezzi.Scatola nera e non solo

Installazione scatola nera, convenzione con autofficine e per cure medico-sanitarie: tutte le novità del 2014 per avere sconti sulle proprio assicurazioni auto. Come fare



Se il 2014 si è aperto con una serie di rincari che peseranno sui cittadini italiani, dagli aumenti dei pedaggi autostradali, alle nuove tasse sulla casa, agli aumenti previsti per le bollette della luce, una buona notizia arriva sul fronte delle assicurazioni auto. Il decreto ‘Destinazione Italia’, approvato lo scorso 13 dicembre, prevede, infatti, sconti rc auto per gli automobilisti.

Il provvedimento, in particolare, contiene disposizioni che mirano al potenziamento della concorrenza tra le imprese e alla trasparenza del mercato attraverso alcune opzioni che le compagnie dovranno obbligatoriamente proporre ai clienti e che dovrebbero far scendere il costo delle polizze e, al contempo, contrastare il fenomeno delle truffe.

Dalla scatola nera al medico dell'assicurazione, dall'officina autorizzata al divieto di cessione del risarcimento: sono tutte norme che permettono di ottenere uno sconto nel rinnovo della polizza Rc auto. Si parte dallo sconto di almeno il 7% se l'assicurato accetta l'istallazione della scatola nera o di strumenti equivalenti. In questo caso le registrazioni e i dati forniti dal dispositivo saranno prova dei fatti cui si riferiscono salvo la prova del mancato funzionamento del dispositivo.

Previsto poi uno sconto del 5%, che sale al 10%, per le aree dove le frodi assicurative sono più frequenti se ci si rivolge ad un’autofficina convenzionata: tale sconto è previsto se l'assicurato accetta il risarcimento del danno ‘in forma specifica’. L'auto verrà cioè riparata nell'officina scelta dall'assicurazione e la fattura dell'artigiano o dell'impresa sarà saldata dall'assicuratore per una cifra che non potrà essere superiore al costo che l'assicurazione avrebbe sostenuto con le sue imprese convenzionate.

Altro sconto previsto è quello del 4% per il divieto di cessione risarcimento se l'assicurazione prevede nel contratto il divieto di cessione a terzi del diritto del risarcimento dei danni. Il divieto ha lo scopo di impedire accordi fraudolenti fra danneggiato e carrozziere con aumenti artificiosi in sede di fatturazione dei lavori. Ora, la cessione sarà possibile solo con l'assenso della compagnia assicuratrice. Infine, previsto uno sconto del 7% sull’assicurazione se l'assicurato accetta cure medico-sanitarie fornite da professionisti convenzionati con le assicurazioni e da queste retribuite.

Ma Claudio Chiacchiera, presidente regionale dei carrozzieri aderenti a Confartigianato Marche, ha riportato i malcontenti dei carrozzieri, lamentando: “La misura contenuta nel pacchetto di norme sulla riforma Rc auto varata dal governo, che renderebbe obbligatoria la forma specifica del risarcimento dei danni dei veicoli incidentati, cioè il far riparare il veicolo incidentato esclusivamente dalle officine di carrozzeria convenzionate con le assicurazioni e pagate direttamente da queste ultime, rischia di far chiudere migliaia di carrozzerie indipendenti che non operano in convenzione con le assicurazioni e, allo stesso tempo, impedisce ai cittadini di esercitare la libera scelta di essere risarciti in denaro e di farsi poi riparare l'auto dall'officina di fiducia”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il