BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi, Tari, Imu 2014: settimana decisiva per nuove tasse casa. Governo Letta deve prendere decisioni

Settimana decisiva per la definizione delle nuove tasse sulla casa: il dibattito è soprattutto sulle aliquote della Tasi. Ai Comuni libertà di decidere e aumenti. Le novità possibili



Quella appena iniziata sarà una settimana decisiva per la definizione delle nuove tasse sulla casa: il governo ha annunciato nei giorni scorsi un aumento delle aliquote per un massimo dello 0,8 per mille condizionato alla concessione di detrazioni alle famiglie più deboli o numerose, ma le decisioni fattuali sugli importi finali, sugli sconti, sui tempi e sui modi del pagamento, sono tutte rimandate ai Comuni.

L’aumento di aliquota tra lo 0,1 e lo 0,8 per mille, ad esempio, può essere attribuito sull’aliquota della prima casa o della seconda, oppure calibrato tra le diverse tipologie di immobili, quindi con grande flessibilità e varietà di soluzioni. I Comuni avranno molta libertà per decidere quando e come far pagare Tasi e Tari.

A differenza della mini-Imu, dovranno inviare il bollettino postale ai cittadini, decidendo anche le date e avendo come punto di riferimento il 16 giugno. Secondo quanto stabilito dalla Legge di stabilità, infatti, ‘Il Comune stabilisce il numero e le scadenze di pagamento del tributo, consentendo di norma almeno due rate a scadenza semestrale e in modo anche differenziato con riferimento alla Tari e alla Tasi. È comunque consentito il pagamento in un’unica soluzione entro il 16 giugno di ciascun anno.

Con decreto del direttore generale del Dipartimento delle finanze del Ministero dell’economia e delle finanze, sentite la Conferenza Stato-città e autonomie locali e le principali associazioni rappresentative dei comuni, sono stabilite le modalità per la rendicontazione e la trasmissione dei dati di riscossione, distintamente per ogni contribuente, da parte dei soggetti che provvedono alla riscossione, ai comuni e al sistema informativo del Ministero dell’economia e delle finanze’. Resta ora da stabilire le aliquote in base alle quali calcolare i pagamenti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il