BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bollo Auto 2014: quando, quanto, come si paga. Scadenza e regole. Pagamento anche online

Scade il 31 gennaio il pagamento del bollo auto: Come calcolarlo e pagare. In caso di ritardo si dovranno pagare gli interessi di mora e delle sanzioni che per il primo anno di ritardo si aggirano intorno ai 10 euro



Scade il 31 gennaio 2014 il pagamento del bollo auto e nel caso di ritardo nel pagamento bisognerà versare gli interessi di mora e delle sanzioni che per il primo anno di ritardo si aggirano intorno ai 10 euro. L'importo degli interessi per il pagamento in ritardo del bollo auto aumentano con il protrarsi del ritardo. Diverse le modalità di pagamento per il bollo auto che può essere pagato online, tramite internet banking o anche tramite uffici e delegazioni Aci, negli uffici postali, agenzie e tabaccai abilitati.

Da quest’anno, inoltre, i residenti in Molise possono pagare negli sportelli convenzionati anche se questi si trovano fuori della provincia o regione di residenza. Grazie alla convenzione sottoscritta tra Aci e regione Molise entrano a regime in questi giorni le attività di assistenza diretta per tutte le esigenze legate alle tasse automobilistiche, ai controlli e alla riscossione delle tasse auto.

E’ possibile con la carta di credito attraverso il servizio Bollonet sul sito www.aci.it, con un supplemento dell’1,2 per cento in aggiunta al normale costo di esazione. Tale costo aggiuntivo non viene addebitato ai soci Aci che accedono nell’area soci del sito www.aci.it dove troveranno il banner Bollonet.

E’ inoltre possibile pagare la tassa auto mediante il servizio Internet-Banking e negli sportelli Bancomat (ATM) convenzionati con l’ACI. Non sarà invece più possibile il pagamento presso Esattorie Spa. Le tariffe sono diversificate e inversamente proporzionali rispetto alla classe ambientale degli autoveicoli e dei motoveicoli.

L’incremento infatti è del 10 per cento per gli autoveicoli (art. 54 CdS) e i motoveicoli (art. 53 CdS) classificati Euro 0, del 9 per cento per gli autoveicoli e motoveicoli Euro 1, dell’8 per cento per gli autoveicoli e motoveicoli Euro 2, del 7 per cento per gli autoveicoli Euro 3. Per i veicoli nuovi di fabbrica e per quelli che escono dall’esenzione, non essendo facile calcolare l’importo dovuto e la decorrenza del bollo, al fine di evitare possibili errori è sempre consigliabile rivolgersi alle Delegazioni Aci o alle agenzie abilitate, in modo da ottenere assistenza ed effettuare il pagamento senza problemi.

Il sito dell’Agenzia delle Entrate permette di calcolare il bollo in base ai kilowatt o ai cavalli fiscali della vettura, in base alla targa (eccezion fatta per la provincia autonoma di Bolzano) e (per alcune regioni) di verificare i pagamenti effettuati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il