Primo rialzo dei tassi di interesse in Giappone dopo 6 anni di tasso zero

È stata la fine di un’epoca quella che si è consumata oggi davanti agli schermi del Kabutocho, il quartiere dove risiede la borsa di Tokyo. Il primo rialzo dei tassi d’interesse della Banca centrale giapponese in quasi sei anni rappresenta una vera r



È stata la fine di un’epoca quella che si è consumata oggi davanti agli schermi del Kabutocho, il quartiere dove risiede la borsa di Tokyo. Il primo rialzo dei tassi d’interesse della Banca centrale giapponese in quasi sei anni rappresenta una vera rivoluzione.

Toshihiko Fukui, governatore della banca centrale del Sol Levante, ha aggiunto un quarto di punto percentuale a quel tasso dello 0% aveva accompagnato l’economia giapponese in una crescita ininterrotta di 53 mesi consecutivi.

La manovra era già stata anticipata dai media nazionali e internazionali e, sebbene abbia un’entità ridotta rappresenta anche un segnale inequivocabile al mercato. Ora gli esperti dell Bank of Japan controlleranno gli effetti della manovra sui conti delle corporation.

La stretta monetaria giapponese si inquadra chiaramente in un contesto globale di innalzamento del costo del denaro pianificato dalle maggiori banche centrali del mondo, dalla Fed alla Bce. In ogni caso la stessa Banca centrale del Sol Levante ha deciso per evitare un crollo della liquidità di acquistare 1,2 trilioni di Yen in titoli di Stato dalle banche.

Nei mesi scorsi il governatore Fukui era stato implicato nello scandalo che collegava i vertici della politica del suo Paese ad un ambiguo finanziere arrestato di recente. Qualcuno aveva anche ipotizzato che tutto ciò potesse avere dei riflessi sull’indipendenza della politica monetaria giapponese.

Bisogna però evidenziare che la maggior parte degli analisti si aspettava la decisione presa oggi dal direttivo della Banca centrale all’unanimità. Secondo molti si tratterebbe comunque del primo e ultimo rialzo per quest’anno, anche se il premier Junichiro Koizumi ha appena dichiarato che a suo parere la lotta alla deflazione non è ancora terminata. Quindi si tasterà il polso alla situazione e poi si vedrà.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il