BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tares: come pagare e fare calcolo se non arrivano bollettini Comune entro 24 Gennaio 2014.

C’è tempo fino al 24 gennaio per pagare la terza rata Tares, inizialmente in programma lo scorso dicembre: come fare calcolo e compilare modello di pagamento se non si è ricevuto bollettino dal Comune



Roma, Milano, Venezia, Ferrara, Bari, Ivrea, Salerno, Cagliari, Napoli, Pescara, Trapani: c’è tempo fino al 24 gennaio per pagare la terza rata Tares, inizialmente in programma lo scorso dicembre. Per il pagamento della Tares, chi ha ricevuto il bollettino postale può effettuare il versamento al Comune o alla società che gestisce i rifiuti (bollettino pre-intestato); per la maggiorazione allo Stato, invece, si usa l’F24 allegato.

Chi non avesse ricevuto nulla e volesse pagare da sè deve moltiplicare i metri quadri degli immobili assoggettati alla tassa (casa, garage..) per 30 centesimi e l’importo ottenuto è ciò che bisogna versare tramite codice tributo 3955 con F24 ordinario o semplificato, compilando la sezione ‘EL’, rateazione ‘0101’, anno di riferimento ‘2013’ nei modelli pre-compilati è barrata la casella ‘saldo’ ma questa scelta non è prevista per gli F24 online, per cui o si stampa e si va alla posta o non si barra.

Per esempio, per una casa di 80 mq con garage da 14 mq, l’importo da pagare è di euro 28,2. Chi non ha ricevuto a casa l’avviso di pagamento può verificare sul sito del Comune la procedura per segnalare il mancato ricevimento del bollettino e può pagare usando il modello di conto corrente postale approvato dal DM 14 maggio 2013: il N. di conto 1011136627, bollettino intestato a PAGAMENTO TARES, indicando: Codice catastale del Comune (es: H501 Roma, F205 Milano), Codice identificativo dell’operazione (3944), Dati anagrafici e importo del pagamento (rifarsi alle delibere dei Comuni).

L’F24 può essere pagato presso sportelli bancari o con servizio di Home Banking via Internet. Per i correntisti del gruppo Intesa Sanpaolo (titolari di contratto Banca Diretta attraverso le specifiche funzionalità), e presso i tabaccai aderenti al circuito Banca ITB e Sportelli ATM del Gruppo Intesa Sanpaolo.

Il versamento può essere effettuato in contanti, presso la banca con assegni bancari, circolari o con addebito in conto corrente, presso gli sportelli bancari dotati di terminali elettronici idonei, tramite carta Pagobancomat, presso gli ufficio postali con assegni postali, carta Postamat o carte Postpay, bancomat.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il