BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Equitalia: rottamazione cartelle Febbraio 2014. Come fare domanda e chi pu˛. Come funziona. Regole

Come pagare entro il prossimo 28 febbraio le cartelle Equitalia senza interessi: la sanatoria prevista dalla nuova Legge di StabilitÓ. Cosa riguarda e come funziona



Nessuna sanzione prevista per le cartelle esattoriali di Equitalia pagate entro il 28 febbraio 2013 grazie alla rottamazione prevista dalla Legge di Stabilità 2014. La rottamazione della cartelle Equitalia prevede che le somme iscritte in ruoli da parte di uffici statali, agenzie fiscali ed enti territoriali, affidati agli agenti della riscossione entro il 31 ottobre 2013, possono essere estinte in maniera agevolata, cioè pagando entro il 28 febbraio 2014 l’intero importo a ruolo, con la sola esclusione degli interessi per ritardata iscrizione e degli interessi di mora.

Per favorire la definizione agevolata, la riscossione dei carichi estinguibili è sospesa fino al 15 marzo 2014. Il soggetto interessato alla rottamazione deve prendere visione presso lo sportello di Equitalia degli importi iscritti a ruolo o derivanti da accertamenti esecutivi affidati in riscossione.

Una volta avuta la relativa documentazione il debitore potrà verificare quali somme sono suscettibili di sanatoria prevista dalla Legge di Stabilità 2014. Dopo aver verificato tali somme, si calcolano le somme che devono essere versate, distinguendo gli importi dovuti per gli interessi per ritardata iscrizione a ruolo e quelli per interessi di mora. La sanatoria consiste in uno sconto che sarà applicato soltanto sugli interessi sia di mora che di ritardata iscrizione a ruolo.

La sanatoria prevista dalla Legge di Stabilità riguarda le cartelle esattoriale relative a crediti contestati da parte di uffici statali, agenzie fiscali, regioni, province e comuni, che devono essere stati affidati in riscossione fino al 31 ottobre 2013. Sono ammessi alla chiusura agevolata senza il pagamento degli interessi anche gli avvisi di accertamento esecutivi emessi dalle agenzie fiscali.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il