BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mini Imu: la settimana della scadenza, venerdì 24 Gennaio 2014 Facciamo il punto

Si versa il 24 gennaio la mini-Imu sull'abitazione principale: obbligati a pagare gli immobili, case e terreni, che si trovano nei Comuni che hanno aumentato l'Imu, rispetto all'aliquota base. Come fare



Scade tra una settimana il pagamento della mini Imu che interesserà i proprietari di prime case residenti in quei Comuni italiani che nel 2013 hanno deciso di aumentare l’aliquota 2012 base del 4 per mille al 5 o 6. L'obbligo interessa gli immobili, case e terreni, che si trovano nei Comuni che hanno aumentato l'Imu, rispetto all'aliquota base, pari al 4 per mille per le abitazioni e al 7,6 per mille per i terreni.

La mini Imu è una sorta di conguaglio da versare risultante dalla differenza tra il calcolo Imu effettuato con l’aliquota base fissata dallo Stato e l’Imu calcolata in base all’aliquota stabilita dal Comune, in entrambe i casi considerando le detrazioni previste di 200 euro più 50 euro per ogni figlio convivente di età inferiore ai 26 anni.

La mini Imu dovrà essere versata anche sulle pertinenze della prima casa, come i box, e sui terreni agricoli; per le case non locate di anziani o disabili ricoverati e residenti in case di cura, quelle dei residenti all'estero e quelle dei militari e delle forze dell'ordine. La base di calcolo della mini Imu è sempre la rendita catastale della casa (e delle pertinenze) rivalutata del 5% e moltiplicata per 160, cui bisogna applicare aliquote e detrazioni statali e comunali.

Si calcola, dunque, prima l'Imu annua dovuta in base all'aliquota e alle detrazioni comunali; poi l'Imu annua in base all'aliquota statale (0,4%), si fa la differenza tra i due importi e si calcola il 40% di questo importo, che sarà poi la somma da versare. Esenti dal pagamento i fabbricati rurali ad uso strumentale, i proprietari che hanno prime case nei Comuni dove l’aliquota non è stata alzata sopra la soglia del quattro per mille, gli immobili degli italiani residenti all’estero, e tutti coloro che posseggono seconde case e una prima casa di lusso (A1, A8 e A9), che hanno pagato la rata Imu di dicembre.

Per pagare la mini Imu si possono usare i bollettini postali, su cui sarà riportato il numero di conto corrente 1008857615; o i modelli F24, dove si dovrà riportare il codice tributo 3912 per gli immobili e il codice 3914 per i terreni agricoli, indicando che si tratta di un saldo per l’anno 2013. Per ulteriori chiarimenti, sono state pubblicate le FAQ del Ministero dell’Economia sulla mini Imu per fornire le risposte alle domande più frequenti dei contribuenti, in relazione alla corretta applicazione del conguaglio d’imposta, analizzano la tassa, introdotta solo per quest’anno.

Innanzitutto per quanto riguarda i codici tributo da inserire nella compilazione del modello F24, vale il codice usato nel 2012 e 2013 per il versamento della quota al Comune dell’imposta Imu. Per quanto la riguarda la compilazione F24, è stato chiarito che deve essere barrata solo la casella saldo.

Il campo rateazione va compilato solo per l’abitazione principale (0101). Nella casella detrazione va indicata l’intera quota prevista per il 2013 (es.: se si possiede al 50% una prima casa senza figli, la detrazione annua da indicare è 100 euro). La casella numero immobili deve essere contemplare anche le pertinenze.

Per quanto riguarda i terreni agricoli, quelli non posseduti e condotti da coltivatori diretti e imprenditori professionali sono esenti, perchè hanno già pagato il solo saldo a dicembre. Poi ci sono per gli immobili personali forze armate, la prima rata è stata pagata calcolando il 50% di quanto versato nel 2012, il saldo non è stato pagato perché dal primo luglio questi immobili sono equiparati all’abitazione principale.

Quindi, la mini si calcola con la differenza fra Imu con aliquote e detrazioni 2013 sulla prima casa rapportata al semestre luglio-dicembre 2013 e Imu con aliquota allo 0,4% calcolata sullo stesso semestre, sempre considerando l’eventuale conguaglio sulla prima rata nel caso in cui siano variate le aliquote 2013 rispetto al 2012.  


Per determinare quanto versare di Mini Imu si può usare il seguente calcolatore semplice e gratuito che stampa anche i modelli F24 per il pagamento utilizzando le aliquote e le detrazioni di tutti i comuni dove occorre pagare:

http://www.webmasterpoint.org/programmazione/programmazione/come_fare/calcolo-imu-saldo-seconda-rata.html

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il