BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa Speciali (PAS) ma anche TFA ordinari 2014 approvati, ufficiali. E concorso scuola nuovo a breve

Non solo Tfa Speciali: il Miur diffonde comunicato su via libera al II ciclo del Tfa ordinario. A chi è destinato, inizio corsi e come funzioneranno le graduatorie. Novità



Mentre ormai in quasi tutte le regioni sono pronti gli elenchi dei candidati ammessi alla frequenza dei corsi dei prossimi Tfa Speciali, il Miur ha dato il via libera al II ciclo del Tfa ordinario,  per il conseguimento dell'abilitazione nella scuola secondaria. Il bando sarà pubblicato entro il mese di Febbraio. La novità è stata annunciata dal ministero con un comunicato del 18 gennaio 2014 in cui si legge ‘Il Miur sta anche predisponendo il bando per la partenza del secondo ciclo dei Tirocini formativi attivi che sarà emanato entro febbraio.

Le graduatorie di ammissione ai Tirocini formativi attivi (Tfa) , i percorsi abilitanti che vengono attivati presso le Università e le Istituzioni dell'Alta formazione artistica, musicale e coreutica, dal prossimo ciclo di corsi confluiscono in un'unica graduatoria nazionale, per consentire il transito degli idonei in atenei e istituzioni dove c'è una maggiore disponibilità di posti’.

La procedura dovrebbe interessare 29.000 candidati per l'abilitazione nelle scuole secondarie e se il decreto sarà effettivamente emanato a febbraio 2014, in circa due mesi le Università potrebbero predisporre i bandi ed avviare le selezioni nel periodo estivo, in tempo per l'avvio delle lezioni nel prossimo anno accademico.

La novità più importante delle selezioni sarà la graduatoria nazionale: ogni candidato, al momento dell’iscrizione, sceglierà una sede di preferenza, che sarà quella in cui in cui svolgerà le prove di selezione, e una o più alternativa, in ordine di gradimento. Se il candidato risultasse idoneo, potrà inserirsi in una delle altre sedi scelta, se saranno ancora posti disponibili. In questo modo tutti i posti disponibili dovrebbero essere coperti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il