BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sciopero mezzi pubblici Roma, Milano, Torino, Napoli, Bologna e altre città venerdì 24 Gennaio 2014

Venerdì 14 gennaio primo sciopero dei mezzi pubblici del 2014: quali sono le città coinvolte, orari e motivi che hanno portato alla protesta. E’ malcontento tra i lavoratori



Si prospetta un nuovo venerdì nero per i trasporti pubblici: il prossimo 24 gennaio, infatti, a Milano, Torino, Genova, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Palermo si prevedono diversi disagi a causa dello stop dei mezzi pubblici. L’USB Lavoro Privato, infatti, ha ufficialmente proclamato uno sciopero di 24 ore che si terrà venerdì 24 gennaio, con orari e modalità diverse a seconda delle città.

A spingere alla protesta, l’opposizione nei confronti della privatizzazione del settore del trasporto pubblico, che secondo l’Unione dei Sindacati di Base avrebbe come unica conseguenza una diminuzione del servizio nei confronti dei cittadini e una minore stabilità invece per i dipendenti. La USB chiede, dunque, un rilancio del carattere pubblico delle società a gestione regionale e la reinternalizzazione dei servizi già affidati con garanzia dei livelli occupazionali.

Nonostante lo sciopero di 24 ore, saranno comunque previste le fasce di garanzia, che varieranno di città in città. Fermi bus, tram , metropolitane e treni. Molte città ancora non hanno annunciato le fasce di garanzia. Patendo da Milano, comunque, i lavoratori incroceranno le braccia dalle 9:45 alle 15 e dalle 18 a fine servizio; a Torino, i mezzi pubblici non circoleranno da inizio servizio fino alle 6 del mattino, dalle 9 alle 12 e infine dalle 15 fino al termine del servizio giornaliero.

In particolare, a Torino, la metropolitana passerà dalle 6 alle 9 e dalle 12 alle 15; le autolinee extraurbane funzioneranno da inizio servizio alle 8 e dalle 14:30 alle 17:30; sfm1 Pont-Rivarolo-Chieri (ferrovia Canavesana) e sfmA Torino-Aeroporto-Ceres in circolazione da inizio servizio alle 8 e dalle 14:30 alle 17:30.

A Bologna, lo sciopero si terrà dalle 8:30 fino alle 16:30 e dalle 19:30 fino alla fine del servizio. Le corse saranno garantite solo fino ad un quarto d’ora prima dello stop, quindi rispettivamente fino alle 8:15 al mattino e fino alle 19:15 la sera; a Roma, invece, i mezzi pubblici si fermeranno dalle 8:30 alle 17 e dalle 20 fino a fine servizio. Modalità di sciopero e fasce di garanzia ancora da annunciare a Genova, Firenze, Napoli e Palermo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il