BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mini Imu: prima casa, pertinenze, box, terreni. Calcolo e compilazione F24, bollettini. Come pagare

Proprietari di prime case e terreni agricoli residenti nei Comuni che hanno alzato l’aliquota Imu base chiamati al pagamento della mini Imu il 24 gennaio. Come fare calcolo e precisazioni



E’ fissato per venerdì 24 gennaio l’appuntamento per il pagamento della mini Imu. Questa tassa dovrà essere pagata dai proprietari di prime case e terreni agricoli, residenti in tutti quei Comuni di Italia, circa 2.400, che hanno innalzato l’aliquota Imu dal 4 al 5 o 6 per mille. La mini Imu dovrà essere pagata anche sulle pertinenze delle prime case, come box e cantina.

Per conoscere la somma da versare per la mini Imu, bisogna partire dalla rendita catastale, da rivalutare poi del 5% e moltiplicare per 160. Così facendo si ottiene la base imponibile su cui applicare prima l’aliquota statale del 4 per mille e poi quella stabilita dal proprio Comune. Bisognerà, dunque, fare poi la differenza fra questi due risultati e pagare il 40% della differenza.

Per pagare la rata della mini Imu 2014 sulla prima casa bisogna usare il bollettino postale o compilare il modello F24, da presentare in banca o in posta, considerando che alcune banche danno la possibilità anche di compilare il modello F24 online.

L’F24 si compila riportando i codici tributo che per l’abitazione principale è 3912 e per i terreni agricoli 3914, barrando solo la casella saldo. Il campo rateazione va compilato solo per l’abitazione principale (0101). Nella casella detrazione bisogna indicare l’intera quota prevista per il 2013 e infine la casella numero immobili deve riportare anche le pertinenze.

Per gli immobili personali delle forze armate, poi, la prima rata è stata pagata calcolando il 50% di quanto versato nel 2012, il saldo non è stato pagato perché dal primo luglio questi immobili sono equiparati all’abitazione principale. Quindi, la mini si calcola con la differenza fra Imu con aliquote e detrazioni 2013 sulla prima casa rapportata al semestre luglio-dicembre 2013 e Imu con aliquota allo 0,4% calcolata sullo stesso semestre, considerando l’eventuale conguaglio sulla prima rata nel caso in cui siano variate le aliquote 2013 rispetto al 2012. 

Il ministero dell’Economia ha pubblicato anche una guida con le risposte alle domande più frequenti riguardanti il calcolo della mini Imu per i terreni agricoli. Per calcolare, infatti, la mini stangata sui terreni agricoli non posseduti e condotti da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali per i quali non è stata versata la prima rata 2013, il ministero ha precisato che il relativo versamento non può essere considerato mini Imu, poiché si tratta dell’ordinario versamento concernente la seconda rata e il saldo della prima.

Per questa categoria di immobili, il bisogna calcolare prima la prima rata non dovuta, equivalente al 50% dell’importo pagato nel 2012; poi, la seconda rata dovuta più il saldo sulla prima rata. L’importo si ottiene calcolando la differenza tra l’imposta annuale 2013 e la prima rata non versata.

Per determinare quanto versare di Mini Imu si può usare il seguente calcolatore semplice e gratuito che stampa anche i modelli F24 per il pagamento utilizzando le aliquote e le detrazioni di tutti i comuni dove occorre pagare:

http://www.webmasterpoint.org/programmazione/programmazione/come_fare/calcolo-imu-saldo-seconda-rata.html

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il