BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati: pensione per tutti con legge universale Ministro Giovannini. Lavoratori e imprese paghino

Risolvere la questione esodati con nuovo sistema proposto da ministro Giovannini? Cosa prevede e cosa potrebbe davvero cambiare. Il parere di Cesare Damiano



Trovare una soluzione per l’ancora aperta questione esodati e per permettere ai lavoratori un’uscita anticipata dal lavoro, rispetto all’attuale soglia fissata dalla legge Fornero. Ieri, il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, è tornato a parlare sulla possibilità di cambiamenti per il sistema pensionistico italiano.

E ha annunciato: “Stiamo lavorando con il Mef per una proposta robusta dal punto di vista finanziario e giuridico alle parti sociali. L'idea è che contribuiscano tutti e tre i soggetti: i lavoratori, le imprese e lo Stato”, ha detto il ministro, parlando di un “un processo complesso che può prevedere il contributo delle imprese”.

Questo quanto anticipato sull'ipotesi di un anticipo dell'età pensionabile, con il contributo anche delle aziende, per evitare che si possano creare nuovi esodati. Il ministro Giovannini ha, dunque, precisato: “Stiamo pensando ad uno strumento flessibile in funzione della condizione soggettiva del lavoratore”. Cesare Damiano (Pd), presidente della commissione Lavoro della Camera, ha così commentato la proposta di Giovannini: “Ci fa piacere che il governo stia lavorando in queste ore per elaborare una proposta robusta che eviti il formarsi di nuovi esodati. Questa dichiarazione del ministro Giovannini la stiamo aspettando da tempo.

Ormai è chiaro a tutti che, nonostante una serie di interventi che hanno portato complessivamente alla salvaguardia di oltre 160 mila lavoratori rimasti senza reddito a seguito della riforma Fornero, il tema dei cosiddetti esodati non può dirsi risolto.

Adesso anche il governo parla di un anticipo del pensionamento rispetto agli attuali tetti: si tratta di capire nel merito quale sarà la proposta e, soprattutto, di chiedere che l'esecutivo si confronti da subito e davvero con i disegni di legge che, su questo argomento, sono attualmente in discussione alla Commissione Lavoro della Camera”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il