BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Cartelle Equitalia: condono parziale. Pagamento con rottamazione senza interessi. Come funziona

Rottamazione cartelle Equitalia: si paga in un’unica soluzione entro il 28 febbraio 2014 senza interessi e sanzioni. Come fare e cosa deve controllare il contribuente



La nuova Legge di Stabilità prevede, tra le altre misure, la rottamazione delle cartelle esattoriali Equitalia, con interessi azzerati purchè il pagamento avvenga in un'unica soluzione entro il 28 febbraio 2014. La rottamazione della cartelle Equitalia prevede che le somme iscritte in ruoli da parte di uffici statali, agenzie fiscali ed enti territoriali, affidati agli agenti della riscossione entro il 31 ottobre 2013, possano essere estinte in maniera agevolata, entro il 28 febbraio senza interessi e sanzioni.

La misura riguarda, dunque, le cartelle esattoriali ricevute entro il 31 ottobre 2013. Le procedure di riscossione restano sospese fino al 15 marzo 2014, ma bisognerà comunque pagare per intero le somme da riscuotere.

Entro il prossimo 28 febbraio, dunque, i contribuenti dovranno verificare allo sportello le somme iscritte a ruolo o dovute in seguito ad accertamenti esecutivi affidati in riscossione per capire gli importi sanabili; una volta effettuata la verifica, bisognerà calcolare gli importi da versare, considerando gli interessi per ritardata iscrizione a ruolo e di mora; quindi saldare, per intero, la somma iscritta nella cartella.

Nel caso si incontrassero dubbi o difficoltà, ci si potrà rivolgere per assistenza presso lo sportello di Equitalia di competenza. Se non si procede al versamento entro il 28 febbraio 2014 si potrà ricorrere al contenzioso o alla rateazione del debito.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il