BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mini Imu 2014: chi e come deve pagare entro oggi venerdì 24 Gennaio o in ritardo prima casa e box

Pagare entro oggi venerdì 24 gennaio la mini Imu: termine quasi in scadenza. Come fare ultimi calcoli e come procedere se il pagamento viene effettuato in ritardo. Il ravvedimento operoso



Il tempo è quasi scaduto: dopo settimane di concitazione e caos, scade oggi  il termine di pagamento della mini Imu. Dovranno pagare i proprietari di prime case, proprietari di terreni agricoli, proprietari di case non locate di anziani o disabili ricoverati e residenti in case di cura, quelle dei residenti all'estero e quelle dei militari e delle forze dell'ordine.

E, ricordiamo, che la tassa va pagata anche sulle pertinenze delle prime case, come box e cantina. Ma la mini Imu non dovrà essere versata da tutti: varrà, infatti, solo per coloro risiedono in quei Comuni che nel 2013 hanno alzato l’aliquota base dal 4 per mille al 5 o al 6. Esenti dal pagamento della mini Imu, i fabbricati rurali ad uso strumentale, i proprietari di immobili degli italiani residenti all’estero, e tutti coloro che posseggono seconde case e una prima casa di lusso (A1, A8 e A9), poiché hanno già versato la rata Imu di dicembre.

Per calcolare la somma da versare per la mini Imu, bisogna partire dalla rendita catastale, rivalutarla del 5% e moltiplicare per 160. Si ottiene così la base imponibile su cui applicare prima l’aliquota statale del 4 per mille e poi quella stabilita dal proprio Comune. Bisognerà, dunque, fare poi la differenza fra questi due risultati e pagare il 40% della differenza.

Per il pagamento della rata della mini Imu 2014 sulla prima casa bisogna usare il bollettino postale o compilare il modello F24, da presentare in banca o in posta. Alcune banche danno la possibilità anche di compilare il modello F24 online.

Per quanto riguarda i codici tributo da riportare sul modello F24, per l’abitazione principale è 3912 e per i terreni agricoli 3914. Se l’importo dovuto è inferiore a 12 euro si è esentati dal pagamento.

Nel caso di ritardo del pagamento, si potrà procedere a versare l’importo attraverso il cosiddetto ravvedimento operoso, pagando una maggiorazione minima. Il ravvedimento operoso può essere di tre tipi: il ravvedimento sprint, che può essere effettuato entro i 14 giorni successivi alla scadenza del termine per il versamento, la sanzione ordinaria del 30%, applicabile sui pagamenti di imposte tardivi od omessi, si riduce allo 0,2% per ogni giorno di ritardo; il ravvedimento breve, che può essere effettuato dal quindicesimo giorno fino al trentesimo giorno successivo alla scadenza. Dopo il 14esimo giorno ed entro il 30esimo la misura del 30%, la sanzione si riduce di 1/10 e quindi al 3.

E, infine, c’è il ravvedimento lungo, che può essere effettuato entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all'anno nel corso del quale è commessa la violazione. Oltre il trentesimo giorno, la sanzione si riduce di 1/8 e quindi al 3,75%.

Per determinare quanto versare di Mini Imu si può usare il seguente calcolatore semplice e gratuito che stampa anche i modelli F24 per il pagamento utilizzando le aliquote e le detrazioni di tutti i comuni dove occorre pagare:

http://www.webmasterpoint.org/programmazione/programmazione/come_fare/calcolo-imu-saldo-seconda-rata.html

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il