BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mini Imu: oggi giorno scadenza, ma nuovo problema. Minimo di 12 euro da calcolare sulla somma totale

Scadenza pagamento mini Imu oggi venerdì 24 gennaio: è l’ultimo giorno utile per pagare la tassa. Ma caos su versamento minimo di 12 euro. Le posizioni dei Comuni



E’ oggi, venerdì 24 gennaio, l’ultimo giorno utile per il pagamento della mini Imu: per i ritardatari, che potranno scegliere poi di pagare con il ravvedimento operoso, sarà applicata una mora da determinare in base a quanto tempo dopo lo scadenza si verserà quanto dovuto. Chi pagherà, infatti, entro 14 giorni dalla scadenza, può avvalersi del cosiddetto ravvedimento sprint e la sanzione sarà dello 0,2% per ogni giorno di ritardo.

Sceglierà, invece, il ravvedimento breve coloro che salderanno il conto entra 30 giorni dalla scadenza, e in questo caso la sanzione sarà del 3%. Infine oltre un mese dalla scadenza, si può effettuare, entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all'anno, il ravvedimento lungo, con una sanzione del 3,75%.

Fino a qualche giorno fa, nelle istruzioni di calcolo e pagamento della mini stangata sulla casa, era stato precisato che, se a seguito del calcolo effettuato, l’importo ottenuto fosse risultato inferiore ai 12 euro, non si sarebbe dovuta versare alcuna tassa. In realtà, proprio oggi, giorni di scadenza del pagamento, è caos su quest’ultimo punto, nonostante le risposte precise e puntuali fornite dal Dipartimento delle finanze nelle Faq.

Per il Dipartimento l'importo minimo deve intendersi riferito all'imposta ‘complessivamente dovuta con riferimento a tutti gli immobili situati nello stesso Comune’, in base a quanto era stato già esplicitato nelle linee guida al regolamento Imu predisposte dallo stesso ministero, dove si precisava che l'importo minimo di versamento deve intendersi riferito ‘all'imposta complessivamente dovuta e non agli importi relativi alle singole rate’.

In realtà, in alcuni Comuni, è arrivata comunicazione secondo cui bisognerà pagare anche gli importi inferiori ai 12 euro, perchè comunque anch'essi rappresentano un conguaglio e se non pagati, in questo momento verrebbero meno nelle casse dei Comuni cifre comunque consistenti.

Per esempio, sul sito del Comune di Saronno, è riportata la seguente comunicazione: “Si rammenta che il versamento deve essere effettuato anche per importi inferiori a 12 euro non trattandosi di una obbligazione autonoma”. Quanto contenuto nel comunicato del comune è tutto illegittimo, non ha nessun valore di legge, poiché allo stato attuale, l’articolo 25 della legge 289/2002 dispone che l’importo minimo da versare non può essere inferiore a 12 euro, riferito all’imposta complessivamente dovuta.

Quanto all’importo minimo Imu da pagare, occorre verificare il dispositivo deliberato dal singolo Comune, nel caso del Comune di Saronno, nel regolamento Imu non è contenuto alcun importo, pertanto vale quanto è scritto nella legge, quindi non si deve versare se l’importo è inferiore a 12 euro.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il