BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Giorno della memoria 2014 oggi lunedì 27 Gennaio: eventi e iniziative per non dimenticare

Si celebra oggi il Giorno della Memoria per non dimenticare lo sterminio del popolo ebraico e le vittime del nazismo e del fascismo. Le iniziative nelle città italiane



Si celebra oggi, lunedì 27 gennaio, il Giorno della Memoria, per ricordare lo sterminio del popolo ebraico, le vittime del nazismo e del fascismo. E saranno tante le iniziative che da Nord a Sud del Paese coinvolgeranno tutti per mantenere vivo il ricordo dello sterminio del popolo ebraico, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte.

Roma celebrerà il Giorno della Memoria insieme alle scolaresche che hanno partecipato al progetto e al viaggio ad Auschwitz lo scorso ottobre. Protagoniste della manifestazione all'Auditorium Parco della Musica saranno le voci dei sopravvissuti ai campi di concentramento, Piero Terracina e Sami Modiano.

Alla presenza del ministro per l'integrazione Cècile Kyenge, del sindaco Ignazio Marino e dell'assessore capitolina alla Scuola, Alessandra Cattoi, due studentesse, in rappresentanza di tutti i partecipanti, saliranno sul palco per condividere le loro emozioni rispetto alla visita ad Auschwitz e Birkenau. “Questo incontro , ha detto il ministro Cècile Kyenge, con gli studenti delle scuole di Roma giunge al termine di una settimana molto toccante e commovente.

Nel Tempio Maggiore di Roma ho potuto ascoltare i racconti dei sopravvissuti ai campi di sterminio, guardare i loro visi, le loro mani, sentire la forza delle loro voci e, nello stesso tempo, osservare i volti attenti ed emozionati dei ragazzi presenti. Dobbiamo imparare da questi eroi che hanno avuto il coraggio di parlare, nonostante il dolore dei ricordi e di denunciare atrocità e malvagità.

Da loro i nostri giovani devono prendere esempio per costruire una società che, partendo dalla memoria, sappia fare delle differenze un valore e per far sì che mai più un uomo possa essere considerato inferiore e possa essere perseguitato, a causa della propria origine etnica o della propria religione”. A Milano, Palazzo Marino celebra la Giornata con un incontro dedicato alla figura di Vincenzo Gigante, comandante partigiano e Medaglia d’oro della Resistenza.

L’iniziativa, in programma alle 18 in Sala Alessi, si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica ed è realizzata con il patrocinio di Comune di Milano, ANPI, ANED, Fondazione Memoria della Deportazione, Fondazione Giuseppe Di Vittorio, Comune di Brindisi e Regione Puglia-Gabinetto del Presidente della Giunta Regionale. Intervengono Carlo Smuraglia (ANPI), Dario Venegoni (ANED),Tristano Matta (IRSMLFVG-Trieste) e Miuccia Gigante (figlia di Vincenzo). 

Sarà aperto al pubblico ‘Il canto del popolo ebraico massacrato’ presso la Biblioteca Niguarda, alle 18, e allo stesso orario, presso la Biblioteca Sormani si svolge ‘Diciotto passi. Identità ebraica e Shoah’, conferenza con proiezione video e lettura di brani tratti dal romanzo di Paola Fargion. 

E sempre alle 18, presso la Stazione Centrale il primo evento di ‘Milano e la Memoria 2014’, programma di iniziative che durerà fino al mese di luglio, organizzato da Comune di Milano e Arci Milano da un'idea di Dianele Biacchessi e Ponti di Memoria, in collaborazione con Fondazione RCS e Fondazione Feltrinelli. L’ingresso all’evento in Feltrinelli Express è libero fino a esaurimento posti.

Tante le iniziative ‘per ricordare’ anche a Torino, a partire dalla mostra, allestita Museo della Resistenza di corso Valdocco 4°, che racconta della storia della deportazione di Charlotte Delbo, resistente e deportata, segretaria del grande attore Louis Jouvet e assistente del filosofo Henri Lefebvre. Sopravvissuta a campi nazisti, come Levi, la Delbo con poesie, testi teatrali, libri ha raccontato il sogno d’essere tornata dal lager e l’orrore di quell’esperienza.

Domenica 26 alle 18, sempre  al Museo della Resistenza, in programma l’incontro ‘Graphic novel e Shoah’, con la presentazione del libro ‘Lizard Jan Karski, l’uomo che scoprì l’Olocausto’ di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso. Con i due autori si parlerà della possibilità di raccontare la storia con nuove arti. Nell’occasione mostra di tavole e disegni sulla Shoah.


 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il