BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Cerca







Neve, freddo e pioggia domani mercoledì e giovedì 28-29 Gennaio 2014. Lombardia e non solo

Neve da mercoledì al Nord anche in pianura: imbiancate anche le città. Cosa ci aspetta per questa settimana dei giorni della Merla. Previsioni



Arriverà ufficialmente da domani, martedì 28 gennaio, l'inverno entrerà in Italia e gli ultimi giorni di gennaio, che tradizionalmente sono chiamati anche i giorni della Merla, potrebbero essere i più freddi di questo 2014. A partire da oggi, lunedì 27 gennaio, è previsto, infatti, l'arrivo di una nuova perturbazione che interesserà principalmente il Sud peninsulare, la Sicilia e le Alpi piemontesi.

La neve cadrà abbondantemente anche in Valle D'Aosta e Trentino, mentre la Sardegna, l'Umbria, la Toscana e il Lazio saranno colpite da forti piogge. Secondo Antonio Sanò, direttore del portale www.ilmeteo.it, “un primo cambiamento si verificherà tra oggi, lunedì, e martedì, quando aria fredda polare marittima dal Nord Atlantico farà irruzione nel Bacino del Mediterraneo dalla Valle del Rodano alimentando una prima perturbazione a cui seguirà la formazione di un vortice ciclonico.

Già questa sera la perturbazione dalle regioni centrali si porterà sull'Emilia Romagna e sul Triveneto e Lombardia, e la neve cadrà a quote basse sull'Emilia e sulle Alpi , e nella notte fino in pianura su Bologna, parte del Veneto, Lombardia orientale e in Trentino Alto Adige”.  Le nevicate più importanti sono attese sul bolognese, copiosissime sull'Appennino tosco-emiliano-romagnolo oltre i 100 metri, e su quello marchigiano a 200 metri.

Dopo una breve tregua di martedì sera, mette in guardia Sanò, mercoledì giungerà da ovest una forte perturbazione alimentata e sospinta di aria fredda polare che entrerà con forza dalla Valle del Rodano. La giornata particolarmente a rischio per quanto riguarda il pericolo nevicate dovrebbe essere quella di mercoledì 29 gennaio: Milano, Genova, Torino, Verona e Venezia dovrebbero svegliarsi completamente imbiancate, e si registrerà un netto calo delle temperature in tutte le regioni d'Italia.

La a neve continuerà a cadere anche giovedì sulle Alpi e sull'Emilia e sarà proprio l'Emilia occidentale e in particolare il piacentino ad avere il carico nevoso più copioso. Ancora più intense le nevicate sui rilievi liguri e sulle Alpi orientali. Possibili rovesci nel corso della settimana anche in Lazio, Campania, Emilia Romagna e Sicilia. Nel fine settimane è previsto un lieve miglioramento delle condizioni climatiche, il freddo si attenuerà ma comunque continuerà a farsi sentire.  

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il