BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Iscrizioni scuola primaria, secondaria 2014-2015: cosa e come fare per nuovo anno

Al via dal 3 febbraio le iscrizioni al prossimo anno scolastico da effettuare online. Da ieri 27 gennaio possibilità di registrarsi sul sito del Miur



Partiranno il 3 febbraio le iscrizioni al prossimo anno scolastico (2014-2015) che dovranno essere effettuate online. Il termine di scadenza è stato fissato al 28 febbraio, e le famiglie possono già registrarsi sul sito dedicato. Secondo quanto riportato dalla circolare del Miur, le iscrizioni online riguardano le classi prime della scuola primaria e di quella secondaria di primo e secondo grado.

Escluse le scuole dell’infanzia per le quali rimane in vigore la procedura cartacea. Da ieri, lunedì 27 gennaio, le famiglie possono cominciare a registrarsi sul sito del Miur. La registrazione al servizio può essere effettuata prima dell’apertura ufficiale delle iscrizioni on line e rimarrà attiva fino al 28 febbraio.

Disponibile anche la pagina dedicata (http://www.iscrizioni.istruzione.it) che permette alle famiglie di esplorare con calma le informazioni relative alla ricerca della scuola, alle modalità di registrazione e di compilazione della domanda. Quest’anno è stato anche facilitato il processo di recupero delle password e del nome utente in caso di smarrimento. Non è previsto che le domande arrivate per prime siano accolte con priorità dalle scuole.

Le famiglie possono, dunque, svolgere le operazioni di iscrizione con tranquillità per tutto il periodo che va dal 3 al 28 febbraio. Il sistema ‘Iscrizioni on line’ avviserà poi le famiglie in tempo reale, via posta elettronica, dell’avvenuta registrazione o delle variazioni di stato della domanda.

Le famiglie, inoltre, potranno in ogni momento seguire l’iter della domanda inoltrata e una nuova funzione consente anche l’iscrizione degli alunni stranieri sprovvisti di codice fiscale attraverso la generazione di un codice provvisorio.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il