BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Isee 2014: chi, quando, può fare domanda di ottenerlo. Criteri per fare domanda

Nuovo Isee 2014 approvato con Legge di Stabilità e cosa prevede: come cambia il metodo di calcolo e le istruzioni per la compilazione



Al via il nuovo Isee 2014, per cui bisogna ricordare due passaggi: entro il 9 maggio 2014 (90 giorni dall’entrata in vigore del suddetto Dpcm) il ministero del Lavoro, di concerto con quello dell’Economia e sentito il parere dell’Inps, dell’Agenzia delle Entrate e del Garante per la protezione dei dati personali, dovrà emanare un provvedimento per definire il nuovo formato della dichiarazione unica sostitutiva (Dsu), il documento che dovrà essere compilato dagli interessati per accedere a determinate prestazioni e gli erogatori dei servizi assistenziali avranno un mese per adeguarsi alle disposizioni stabilite; mentre l’8 giugno 2014 il nuovo Isee dovrebbe essere ufficialmente operativo.

Il modello Isee è l'indicatore economico che attesta la condizione economica delle famiglie che vogliono accedere a determinate agevolazioni e che per questo 2014 cambia nel metodo di calcolo e nelle istruzioni per la compilazione. La novità principale è che saranno prese in considerazione tutte le forme di reddito comprese le pensioni di invalidità che fino all'Isee 2013 erano esenti. Il nuovo Isee prevede una grande riduzione di autocertificazioni per l'attestazione del reddito e della ricchezza complessiva delle famiglie.

Per quanto riguarda i beni immobili come la casa di proprietà, casa a disposizione e terreni, il valore degli immobili verrà rivalutato ai fini IMU e non ICI. Per le abitazioni di cui ancora si sta pagando il mutuo si considererà patrimonio solo il valore che eccede il mutuo ancora in essere e l’'affitto deducibile invece sale da 5.165 euro a 7.000 euro e la franchigia sulla componente mobiliare sarà ridotta invece a 6.000 euro che aumenterà di 2.000 euro per ogni membro del nucleo familiare dopo il primo fino alla cifra massima di 10.000 euro. Se si ha più di un figlio, la somma sale per ogni figlio dopo il primo.

Con il nuovo Isee 2014 si presterà poi maggiore attenzione alle famiglie più disagiate, con più figli e in particolare a quelle che hanno un disabile a carico. A differenza dell'anno scorso vengono inclusi i seguenti redditi: quelli esenti compresi i trasferimenti di moneta ottenuti dalla Pubblica Amministrazione; gli assegni di mantenimento percepiti dal coniuge dopo il divorzio, gli assegni per il mantenimento dei figli; le pensioni di invalidità, le indennità e i trattamenti sia previdenziali che assistenziali.

Verrà introdotto nel nuovo Iseela voce ISR che è la situazione reddituale dei disabili all'interno della quale verranno inseriti tutti i trattamenti assistenziali, previdenziali, comprese le carte di debito delle quali usufruiscono i disabili qualora non si siano già incluse nel reddito complessivo.

E per richiedere l’Isee bisognerà esibire lo stato di famiglia oppure un'autocertificazione; codici fiscali di tutti i membri dello stato di famiglia; fotocopia della carta d'identità del dichiarante; e ASL di appartenenza del dichiarante e certificato attestante l'invalidità superiore al 66%. La compilazione dei dati fiscali per l'Isee 2014 non vengono più forniti dal cittadino mediante la dichiarazione sostitutiva al Caf ma viene effettuata direttamente dall'Inps, Agenzia delle Entrate o altri enti.
 

ISEE 2016: calcolo e compilazione passo passo. Il modello ISEE è un ottimo strumento per ottenere benefici ed esonerei nei pagamenti per alcuni servizi pubblici come la mensa scolastica, il ticket, autotrasporti, università... ecco come compilarlo e quali documenti presentare per le detrazioni

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il