BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bollo auto: regole e novità pagamento e rinnovo 2014

E’ fissata al prossimo 31 gennaio la data di scadenza per il pagamento del bollo auto: chi deve pagare, come e come calcolare come versare. Le regioni in cui si è esenti dal versamento e perchè



E’ fissata al prossimo 31 gennaio la data di scadenza per il pagamento del bollo auto. Il bollo deve essere pagato da tutti i proprietari di vetture con una potenza superiore ai 35kw i cui bollo auto sono scaduti a dicembre 2013, da chi circola con ciclomotori o veicoli storici e deve essere corrisposta alla Regione di residenza dell'intestatario del veicolo.

Il bollo si calcola in funzione della potenza dell’auto e del suo impatto ambientale (Euro 0, 1, 2, etc) e per aiutare gli automobilisti nel calcolo, l’Aci e Agenzia delle Entrate hanno reso disponibile servizi online e gratuiti per sapere quanto dovranno pagare. Se si pagherà in ritardo, si incorrerà in sanzioni.

Se, infatti, si dovesse pagare entro 14 giorni dopo l'ultimo giorno del mese di gennaio, la tassa da pagare sarà dello 0,2% per ogni giorno di ritardo; se il ritardo è contenuto entro il mese la tassa sarà del 3%; e sale dello 3,75% se il ritardo arriva a un anno. Se, invece, il ritardo sarà superiore ai 365 giorni, la tassa sarà del 30%. Il bollo auto 2014 può essere pagato presso le Poste (mediante bollettino dove andrà indicato il numero del conto corrente postale della Regione), o online su Telebollo e bollonet, i tabaccai autorizzati, le Agenzie pratiche auto che sono state autorizzate in precedenza, gli uffici provinciali A.C.I. e le stesse delegazioni.

Non tutti, però, dovranno pagare il bollo: in alcune regioni coloro che decidono di acquistare auto elettriche o ibride ne saranno esenti. Tale esenzione è prevista, in particolare, in Lombardia, Veneto, Lazio, Campania e Puglia. Il Lazio esenta dal bollo auto per tre anni chi acquista auto elettriche e ibride (più benzina-idrogeno), stessa decisione in Veneto, che però restringe l’esenzione ai veicoli ibridi, mentre in Puglia l’esenzione sale a sei anni per gli stessi veicoli previsti dal Veneto.

Anche la Campania prevede un’esenzione triennale per chi acquista veicoli ibridi, ma la norma sembra prevede l’incentivo solo per i mezzi a propulsione benzina-elettrica. L’esenzione dal bollo è riconosciuta anche ai disabili e vale per il titolare del veicolo o per il familiare di cui risulti fiscalmente a carico.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il