BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pos commercianti, professionisti 2014: bancomat obbligatorio rinviato. Proroga, ma problema resta

Obbligo uso Pos per professionisti in vigore da giugno 2014 ma la misura suscita perplessità. Secondo Confesercenti tale obbligo comporta gravi oneri da sostenere. Necessarie modifiche



E' slittato a giugno 2014 il termine che obbliga commercialisti, avvocati e liberi professionisti in generale a dotarsi di Pos per permettere ai propri clienti pagamenti con bancomat e carte di credito, strumenti cioè tracciabili. In una prima versione era previsto il rinvio a giugno 2015 dell’obbligo. La misura, tuttavia, ha scatenato non poche perplessità e proteste.

Secondo Confesercenti, ‘L’iter del provvedimento sulla moneta elettronica assomiglia sempre di più a un balletto: prima dal governo arriva l’annuncio che l’obbligo scatterà fra 60 giorni, poi viene approvato un emendamento che rinvia la data al giugno 2015, con una deroga di 18 mesi. Ma anche l’emendamento viene modificato e il testo di oggi riduce a solo 6 mesi il periodo di deroga dell’obbligo. Meglio di niente, ma le imprese avrebbero diritto a maggiore chiarezza’.

L’Associazione, che rappresenta più di 350mila piccole e medie imprese del commercio, del turismo, dei servizi, dell’artigianato e dell’industria, chiede la correzione del decreto in modo che tenga conto dei gravi oneri da sostenere, dall’attivazione POS alle commissioni su ogni transazione, e della specificità di alcune imprese.

Gli esercizi caratterizzati da pagamenti di piccola entità, come i gestori carburanti, i tabaccai, gli edicolanti, i bar ed altri, vedranno infatti il proprio margine dimezzarsi o azzerarsi, andando addirittura in rosso. E’ il caso dei servizi di pagamento di bollette e canoni offerto dai tabaccai, ad esempio, che diventerebbero per l’imprenditore una spesa, e non un guadagno.

Confersercenti si augura, dunque, che questi 6 mesi di tempo possano essere utilizzati per ripartire meglio fra i soggetti interessati i costi e i benefici derivanti dalla modernizzazione dei sistemi di pagamento.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il