BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Test medicina 2013 e bonus maturità: 5000 riammessi prima bocciati. Ultime notizie e novità

Oltre mille gli studenti esclusi dai test di ammissione dello scorso settembre che potranno ora iscriversi a Medicina dopo aver vinto il maxiricoso al Tar del Lazio: situazione e richieste studenti



Sono oltre mille gli studenti esclusi al test di settembre che potranno iscriversi alla facoltà di Medicina dopo aver vinto il maxiricoso al Tar del Lazio e altri cinquemila sono in attesa di una sentenza dei giudici. Ma gli studenti chiedono al ministro Maria Chiara Carrozza di abolire la selezione per Medicina e tutti gli altri corsi a numero programmato nazionale e locale, annunciando di continuare con i ricorsi.

Sugli studenti che prima bocciati ora potranno immatricolarsi “E' un provvedimento storico per gli studenti e per il loro sindacato, ha detto Gianluca Scuccimarra, coordinatore dell'Udu. Il Tar del Lazio ha compreso l'importanza delle nostre richieste collettive e di una class action che ha permesso a tutti gli studenti di accedere al sistema giustizia, facendo valere il diritto allo studio sancito dalla nostra Costituzione”.

Scussimarra spiega che “E' la prima volta  che viene riammesso un numero così elevato di studenti e si tratta solo della punta dell'iceberg. Siamo infatti in attesa, per il mese di febbraio, delle sentenze per quanto riguarda le irregolarità ulteriori rispetto al bonus, a partire dall'anonimato non garantito nella maggioranza delle sedi universitarie e su cui l'ultima sentenza del Consiglio di Stato ha di fatto spianato la strada non solo all'ammissione dei ricorrenti ma anche ad un possibile annullamento dell'intero concorso.

Ora il ministro Carrozza  deve spiegare agli studenti cosa vuole fare: lasciare che sia la magistratura a garantire il diritto allo studio o fare mea culpa degli errori ministeriali, riconoscere che il test di settembre è stato completamente falsato e garantire l'accesso all'università agli studenti cui questo diritto è stato negato?”.

Gli studenti chiedono, dunque, una sanatoria che garantisca i diritti di tutti coloro che hanno sostenuto il test e chiedono che venga annullato il test del prossimo mese di aprile che potrebbe creare confusione agli studenti alle prese con la preparazione agli esami di maturità.


 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il