BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Assicurazione auto:nuova legge Febbraio 2014 per sconti, prezzi e tariffe in calo entro questo mese

Scatola nera per essere più virtuosi ma anche per avere sconti come usufruire delle officine convenzionare: le misure del decreto Destinazione Italia per abbassare i prezzi rc auto



Polizze auto in Italia alle stelle: i prezzi dell’assicurazione auto nel Belpaese sono altissimi, secondo quanto il secondo rapporto sull’Rc auto in Italia, da cui emerge che fra il 2008 e il 2012, le polizze italiane costavano in media 491 euro, 213 in più rispetto a quelle di Gran Bretagna, Francia, Germania e Spagna, con alcune aree (il Sud, e Napoli in particolare) dove i prezzi dell’Rc auto rappresentano una vera e propria emergenza.

E se c’è chi sceglie di orientarsi sulle polizze online, che rispetto a quelle tradizionali fanno risparmiare qualcosina, c’è chi invece, talvolta, preferisce non usare l’auto, bloccare l’assicurazione per alcuni periodi di tempo o, cosa ben peggiore, c’è chi non paga perché, fra tutte le spese di oggi, non ci riesce.

Ma qualcosa potrebbe cambiare: dovrebbero, infatti, essere ormai previste una serie di agevolazioni come sconti per chi installa la scatola nera o fa convenzioni con autofficine di competenza, contenute nel decreto ‘Destinazione Italia’, approvato il 13 dicembre. Il provvedimento, in particolare, contiene disposizioni che mirano al potenziamento della concorrenza tra le imprese e alla trasparenza del mercato attraverso alcune opzioni che le compagnie dovranno obbligatoriamente proporre ai clienti e che dovrebbero far scendere il costo delle polizze e contrastare, nello stesso tempo, il fenomeno delle truffe.

Dalla scatola nera al medico dell'assicurazione, dall'officina autorizzata al divieto di cessione del risarcimento: sono tutte norme che consentono ora di ottenere uno sconto nel rinnovo della polizza Rc auto. Si parte dallo sconto di almeno il 7% se l'assicurato accetta l'istallazione della scatola nera o di strumenti equivalenti; ad uno sconto del 5%, che sale al 10%, per le aree dove le frodi assicurative sono più frequenti se ci si rivolge ad un’autofficina convenzionata.

Secondo Simona Vicari, sottosegretario allo Sviluppo economico, “il decreto agisce in modo efficace sui fattori che sono alla base del caro polizze. Interviene sui costi dei sinistri e la diffusione della scatola nera che rileva il comportamento degli automobilisti può innescare comportamenti virtuosi”.

E altre norme razionalizzano la filiera delle riparazioni: come il risarcimento in forma specifica, cioè la riparazione presso carrozzerie convenzionate con le compagnie, o la possibilità di proporre all’assicurato, alla stipula del contratto, il divieto di cessione a terzi del diritto al risarcimento. “L’opposizione a questa norma da parte dei carrozzieri non trova alcuna giustificazione”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il