BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Assunzioni nuovi insegnanti e personale Ata 2014: chi, come, quando potrÓ entrare in ruolo

Entro agosto pi¨ di 18mila assunzioni tra insegnanti, personale ATA e insegnanti di sostegno per il 2014. Come si svolgerÓ il piano assunzioni 2014-2016 per il comparto scuola. Crtitiche Anief e Flc Cgil



Sono più di 18mila le assunzioni previste nel mondo della scuola per il prossimo anno scolastico: sarà possibile concretizzare questo programma di assunzioni scuola con il prepensionamento di oltre 41.000 dipendenti e per quanto riguarda gli insegnanti di sostegno tramite il decreto scuola che prevede un finanziamento di oltre 100 milioni di euro per assumerli.

Secondo i dati riportati dal Miur, il prepensionamento riguarderà 41.272 dipendenti pubblici di cui 27.872 docenti e 13.400 Ata. Le assunzioni riguarderanno, dunque, 18.546 tra insegnanti, personale ATA e insegnanti di sostegno per il 2014 (12.625 insegnanti, 4.317 ATA e 1.604 insegnanti di sostegno), per un totale di 82.055 persone per l’intero triennio (64.338 insegnanti, di cui 22.237 per il sostegno, e 17.717 personale ATA).

Per la selezione di insegnanti da assumere, metà verranno selezionati dalle graduatorie a esaurimento, che all’inizio di quest’anno contavano già circa 160.000 precari, e l’altro 50% dai concorsi pubblici, a partire da quello del ministro Profumo del 2012. Critica l’Anief sul piano triennale per le assunzioni scuola in merito ai docenti di sostegno: “Col decreto Scuola si era stabilito un numero di assunzioni su sostegno superiore di dieci volte. Con questi numeri, oltre a danneggiare gli allievi, si rischia di lasciare per strada almeno 2mila docenti specializzati vincitori di concorso”.

Secondo Francesco Scrima, della Cisl scuola, “nessuna concreta soluzione per le emergenze su cui abbiamo ancora una volta posto l'accento nell'incontro di oggi con la ministra. Prima fra tutte quella per le cosiddette posizioni economiche del personale Ata, scatti che hanno già prodotto aumenti stipendiali, che per effetto del blocco degli automatismi economici, gli Ata rischiano di dovere restituire. Un vero e proprio furto a danno di lavoratori che hanno già svolto le attività per cui sono stati retribuiti”.

Critica anche la Flc Cgil: “Sul versante del ripristino degli scatti di anzianità di docenti e Ata pur apprezzando l'impegno del ministro per evitare il recupero forzoso in busta paga, dobbiamo rilevare che nessuna risorsa aggiuntiva è stata prevista e l'unica possibilità che ci è stata prospettata è la decurtazione del fondo per il miglioramento dell'offerta formativa.

Nessuna soluzione invece per le posizioni economiche del personale Ata e per il salario di posizione dei dirigenti scolastici”. Le assunzioni 2014 degli insegnanti e del personale ATA dovrebbero comunque concludersi entro il 31 agosto 2014, per garantire così la presa in servizio dei candidati ammessi già con l’inizio del nuovo anno scolastico a settembre.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il