BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bonus bebè 2014: chi, come, quando può fare domanda. Come funziona, detrazioni, agevolazioni

Bonus bebè rinnovato anche per questo 2014: come funzionerà. Cosa prevede Legge di stabilità. Tassi agevolati e somma di prestiti



Si può richiedere anche quest’anno il bonus bebè, rinnovato con la nuova Legge di stabilità, valido per tutte le famiglie senza limitazioni di reddito e che favorisce l’accesso al credito mediante il rilascio di garanzie alle banche e agli istituti finanziari. Rispetto al bonus bebè dell'Inps del 2013che forniva servizi di baby sitting e asili nido sottoforma di un voucher della cifra di 300 euro fornito per un periodo di 6 mese, ora le famiglie potranno chiedere un prestito fino a 5.000 euro da restituire in cinque anni con tassi vantaggiosi, che prevedono una Taeg inferiore almeno del 50% al TEGM.

Possono accedere al prestito agevolato le famiglie con nuovi nati o adottati nel 2012, 2013 e 2014 e per ogni bambino nato o adottato nel suddetto arco temporale è previsto un solo Bonus Bebè.

Le famiglie che vogliono usufruire del prestito agevolato nuovi nati devono prendere contatti con una delle banche aderenti all'iniziativa entro il 30 giugno successivo alla nascita o adozione del bambino. Lo Stato, comunque, prima di concedere il prestito agevolato nuovi nati, prevede che la banca aderente effettui i controlli del caso circa la presenza delle condizioni per erogare il finanziamento.

La domanda per richiedere il Bonus Bebè 2014 dovrà essere presentata presso una delle banche aderenti all'iniziativa e per conoscere quali banche aderiscono all’iniziativa basta consultare il sito istituzionale Fondo Nuovi Nati dov’è presente l'elenco completo degli istituti bancari aderenti alla campagna di finanziamento.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il