BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Previsioni meteo oggi 6 Febbraio Veneto, Padova e altre città: Bacchiglione in piena. Aggiornamenti

Veneto: Bacchiglione a rischio esondazione. Il sindaco teme che il paesino finisca sott’acqua. Maltempo ancora in tutta Italia. Come sarà il tempo oggi e domani



Non si arresta l’ondata di maltempo che sta flagellando la nostra Penisola: precipitazioni attese in particolare su Sardegna e regioni settentrionali e nevicate sui settori alpini e prealpini. L'avviso meteo diramato dalla Protezione civile prevede dalla serata nevicate sulla Lombardia, mediamente al di sopra dei 700-900 metri, precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sardegna e Liguria, in estensione nella giornata di domani a Veneto e Friuli Venezia Giulia.

I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità e forti raffiche di vento. Dichiarata per oggi e domani 'criticità rossa' per rischio idraulico sulle zone vallive e pianeggianti dei bacini del Veneto. Nella giornata di domani, la criticità è invece arancione per le restanti aree del Veneto, per il Friuli Venezia Giulia, buona parte dell'Emilia-Romagna, del Lazio e per la Basilicata.

In Veneto l'allerta maltempo non dà tregua e nella Bassa padovana desta timore il canale Bisatto che ha raggiunto livelli mai visti prima, e dove si registrano allagamenti. Allarme per Bacchiglione: a Bovolenta il corso d'acqua più gonfio è giunto alla quota record di 7,98 metri, più alta dell'alluvione 2010. 340 persone sono state evacuate dalle loro case ed è stato creato un centro d'accoglienza nella vicina Polverara. Transenne e sbarramenti nel centro del paese, le scuole sono chiuse.

Il sindaco di Bovolenta, Vittorio Meneghello, ha avvertito: “Se si rompe l’argine, nel giro di un minuto e mezzo Bovolenta è sott’acqua”. Altre 200 persone sono state evacuate a Battaglia Terme. Per aggiornamenti in tempo reale https://twitter.com/search?q=%23Alluvione&src=hash&f=realtime.

Allerta anche in Emilia, dove nel modenese i livelli dei fiumi Secchia e Panaro e dei canali sono in calo; nel Lazio il maltempo ha provocato danni per oltre 100 milioni di euro ed è ancora difficile la situazione a Fiumicino, dove nei giorni scorsi è stato richiamato anche l'esercito per pompare via l'acqua dalle strade e dove oggi è stata attivata anche una task force sanitaria. Situazione preoccupante anche nell'area di Isola Sacra, dove la notte scorsa 110 persone sono state evacuate e ospitate in alberghi. I disagi, si stima, proseguiranno per giorni, molte strade sono sott'acqua per almeno 30 centimetri.

Le idrovore continuano a lavorare al massimo regime. Per domani, giovedì 6 febbraio, si prevede al Nord cielo molto nuvoloso o coperto con precipitazioni sparse sul settore centro-orientale, in graduale miglioramento dalla tarda mattinata; mentre locali foschie interesseranno le zone pianeggianti al mattino e dopo il tramonto.

Maltempo previsto anche al Centro e in Sardegna, con nuvolosità e piogge estese in attenuazione mattutina, mentre al Sud e in Sicilia previsti addensamenti consistenti sul versante tirrenico e sulla Puglia meridionale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il