BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia e anzianità Governo Letta: requisiti ed età modifiche con nuovi presidenti INPS

Modificare le attuali norme Fornero per permettere un’uscita anticipata dal lavoro magari con il prestito pensionistico del ministro Giovannini: possibilità allo studio. Novità con nuovo presidente Inps?



La successione al vertice Inps di Antonio Mastrapasqua, dimessosi qualche giorno, potrà cambiare qualcosa nelle erogazioni delle pensioni? Se a questa domanda òa risposta è decisamente no, ciò che invece potrebbe cambiare per l’Istituto previdenziale italiano sotto un’altra guida, potrebbe essere la linea di amministrazione che il nuovo presidente potrà perseguire, soprattutto nella risoluzione di nodi che finora hanno fatto piuttosto discutere, dalla questione esodati, a precoci e usuranti, alla possibilità di raggiungere una pensione di anzianità anticipata rispetto agli attuali requisiti previsti dalla legge Fornero.

Le nuove norme Fornero hanno innalzato di colpo l’età pensionabile per tutti senza considerare alcuna specificità di particolari settore, come quello della scuola, e senza tener contro di altre regole, dando vita al caso esodati o a quello dei Quota 96, oggi ancora in attesa di risposte concrete.

Il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, ha proposto il prestito pensionistico, per favorire un’uscita più flessibile dal lavoro, che permetterebbe al lavoratore di arrivare alla pensione di anzianità anticipata. Ma si tratta di un provvedimento che interesserà particolari categorie di soggetti vicini alla pensione, con un contributo delle aziende.

La proposta di accesso alla pensione anticipata sarebbe ampliata a lavoratori delle piccole e medie imprese, con un contributo da parte di queste. L’accesso alla pensione in anticipo con il prestito Inps permette a soggetti prossimi alla pensione, a 62 anni, di ricevere un prestito sulla pensione che, al raggiungimento dei requisiti anagrafici e contributivi previsti dalla riforma Fornero, dovranno poi restituire.

Questo sistema non cambierebbe, in realtà, le norme pensionistiche attuali ma permetterebbe di accedere prima alla pensione con un sostegno economico transitorio.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il