BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Cartelle Equitalia, blocco legge nuova Rc Auto 2014:misure e novità Decreto Destinazione Italia

Sospensione 2014 delle cartelle esattoriali con un semplice click online, revisione norme Rc auto e abolizione sconti per installazione scatola nera: le novità previste dal Decreto Destinazione Italia e cosa cambia



Sospensione per il 2014 delle cartelle esattoriali a favore delle imprese che hanno crediti con la Pa; soppressione dell'articolo 8 del decreto Destinazione Italia contenente norme sull'Rc auto e saltano le riduzioni del premio inizialmente previste, ad esempio nel caso di installazione della scatola nera o di ispezioni preventive del veicolo: queste le novità principali del Decreto Destinazione Italia.

Per quanto riguarda la sospensione delle cartelle Equitalia, il provvedimento stabilisce che per l'anno in corso sono sospese le cartelle di Equitalia e di altri agenti della riscossione nei confronti delle imprese ‘titolari di crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, per somministrazione, fornitura, appalti e servizi, anche professionali, maturati nei confronti della Pa e regolarmente certificati’.

Altra novità Equitalia riguarda la possibilità di sospendere con un semplice click online le cartelle ‘pazze’, tipo la richiesta di pagamento di quanto già versato al fisco o un importo non dovuto. La sospensione può essere richiesta quando il contribuente ha già pagato il tributo prima della formazione del ruolo (l'elenco dei debitori trasmesso a Equitalia dagli enti), ha ottenuto una sospensione dell'ente o del giudice, una sentenza favorevole oppure può dimostrare qualsiasi altra causa, prevista dalla norma, che rende inesigibile il credito.

Equitalia ha dunque attivato sul proprio sito (www.gruppoequitalia.it) un nuovo servizio telematico che consente ai cittadini di inviare la richiesta di sospensione della riscossione dal proprio computer.

La richiesta online si aggiunge alle altre modalità di presentazione della domanda già operative: allo sportello, via fax, via e-mail oppure tramite raccomandata con ricevuta di ritorno. Si può richiedere la sospensione della riscossione direttamente a Equitalia in caso di annullamento del debito da parte dell'ente creditore, di un pagamento già effettuato o di una sentenza favorevole.

Per attivare la procedura, basta entrare nella voce ‘Sospendere la riscossione’, inserire nell'apposito modulo online i propri dati e quelli dell'atto per cui si presenta la domanda, allegare tutta la documentazione che giustifica la richiesta di sospensione (ad esempio ricevuta di pagamento, copia della sentenza) e copia di un documento di riconoscimento valido.

Una volta inviata e confermata l'istanza, si riceve un riepilogo con i dati inseriti. Tutte informazioni sono disponibili sul sito Equitalia. Tra gli emendamenti già approvati, confermata la soluzione sul credito d'imposta per la ricerca e i voucher per le Pmi digitali; l’estensione per i mutui a tasso zero per l'imprenditorialità giovanile e femminile, e tra i progetti finanziabili rientrano anche le iniziative nel commercio e nel turismo; previste anche novità per sostegno del credito non bancario.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il