BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Geometri, biologi, chimici, assistenti sociali: corsi formazione obbligatoria 2014.Crediti e regole

Corsi di formazione obbligatoria per le categorie professionali: chi sono gli interessati, quando e come si svolgono i corsi e crediti necessari. Le novità



Non solo avvocati, commercialisti, notai, giornalisti: i corsi di formazione obbligatori per categorie professionali toccheranno anche ad assistenti sociali, geometri, biologi e chimici. Sono oltre un milione i professionisti che, a partire dal primo gennaio 2014, avranno un impegno fisso con la ‘formazione continua’. Inserita nella riforma delle professioni con il Dpr 137/2012, la previsione riguarda quasi tutti gli iscritti a un Albo professionale, con esclusione degli avvocati, il cui aggiornamento è determinato dalla riforma forense, approvata sempre in parallelo nel 2012.

Cambia, dunque, il sistema di riconoscimento dei crediti formativi e cambiano le procedure di accreditamento degli istituti di formazione, che, per tenere corsi, convegni, conferenze o moduli di insegnamento passibili di formazione professionale, dovranno ottenere l’ok dal Consiglio dell’ordine di riferimento, previo parere del ministero della Giustizia.

Diverse le categorie professionali coinvolte nel processo di riforma della formazione, in vigore dal primo gennaio 2014: per gli assistenti sociali, lo scorso 10 gennaio 2014, il Consiglio nazionale ha approvato il nuovo decalogo per la formazione degli assistenti sociali, già prevista, prima dell’obbligo, dal codice deontologico della categoria, che vanta 40.658 iscritti.

Sono 60 i crediti che gli assistenti sociali dovranno maturare nel prossimo triennio, di cui almeno 15 da maturare nell’ambito deontologico e relativo all’ordinamento professionale. Anche per loro, un’ora corrisponde a un credito formativo e il minimo è di 10 all’anno. L’Ordine metterà a disposizione degli iscritti gli incontri di formazione in forma assolutamente gratuita. Nell’attesa dell’entrata in vigore del nuovo regolamento, verranno riconosciuti i crediti conseguiti.

Per geologi e biologi, la formazione prevede 50 crediti necessari da conseguire per i geologi, per i quali verranno riconosciuti anche attività di insegnamento, relazione e pubblicazione di testi o saggi scientifici. Un’ora di formazione varrà un credito. I corsi di accreditamento di università o enti che propongono opportunità formative saranno gratuiti, mentre la commissione che dovrà valutare le richieste di riconoscimento in qualità di enti formativi, chiede dai 1200 ai 1600 euro per le strutture diverse da università o strutture legate all’ordinamento professionale (Consiglio nazionale o ordini regionali).

Corsi di formazione obbligatoria anche per i Geometri, una delle categorie più numerose con i suoi 94.967 iscritti. Previsto il minimo di 60 crediti nel triennio da conseguire, con un’ora per credito nei corsi ordinari, mentre, per i più semplici seminari, ogni due ore verrà accordato un credito.

Un sostegno per le spese di formazione, dovrebbe arrivare dalla Cassa geometri, che dovrebbe erogare un contributo per le spese inerenti l’aggiornamento professionale. Lo svolgimento della formazione, poi, permetterà di creare un databse in cui sarà possibile consultare tutti i curricula professionali certificati facilmente in rete.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il